Omaggio ad Antonioni

AL DI LA’ DELL’IMMAGINE Un omaggio a Michelangelo Antonioni
Grotte Boldini
Via Previati, 18 Ferrara
Orario:
dom. 12 10.00-13.00 / 17.00-21.00; ven. 17 17.00-21.00; sab. 18 e dom. 19 10.00-13.00 / 17.00-20.00
Ingresso: libero
11, 12, 17, 18 e 19 febbraio
Informazioni
Tel. 0532 247654

In occasione del centenario della nascita del regista ferrarese M. Antonioni, due artisti emergenti giocano con i colori, le grafiche e la comunicazione che accompagna le opere del grande maestro, cercando percorsi visivi tra la pop art e il cinema.

Inaugurazione sabato 11 ore 18.00

Mondo agricolo

OMAGGIO AL MONDO RURALE FERRARESE
Centro Documentazione Mondo Agricolo Ferrarese
Via Imperiale 265 – S. Bartolomeo in Bosco
Orario:
Da martedì a venerdì 9.00-12.00; festivi 16.00-19.00
Ingresso: libero
Dal 29 gennaio al 14 febbraio
Informazioni
Tel. 0532 725294
info@mondoagricoloferrarese.it
Mostra pittorica di Alberta Grilanda attraverso la quale la nota artista ferrarese proporrà una sua suggestiva interpretazione del paesaggio e della vita contadina in un territorio denso di grandi tradizioni.
http://www.mondoagricoloferrarese.it

Amos Luzzato

Giovedì 1 marzo – alle ore 20.45, presso il centro culturale Aldo Moro, sito in via Palestro 17, a Orzinuovi (Bs ) – toccherà ad Amos Luzzatto interrogarsi su che cosa è stato. Medico, scienziato, biblista, Luzzatto parlerà de La vanità della memoria. Modererà l’incontro l’inviato speciale del Giornale di Brescia, Tonino Zana.

«Si avverte – ha dichiarato il Direttore scientifico, Francesca Nodari – una palpabile attesa per la lectio magistralis di Amos Luzzatto. Definito da Giorgio Gomel: “l’ultimo uomo del Rinascimento” e da Paolo De Benedetti, “il Maimonide d’Italia”, Luzzatto, nipote del grande ebraista Dante Lattes, rappresenta un unicum nel panorama dell’ebraismo italiano e non solo, per il suo spaziare dalla scienza all’esegesi, dall’ermeneutica dei testi alla scrittura di romanzi, senza dimenticare quell’arte di narrare, anche di sé – si pensi solo a Conta e racconta – che lo rendono una figura poliedrica e completa. Lo studioso si soffermerà sul labile confine che intercorre tra memoria e ricordo, sulle loro analogie e differenze, sul rischio sempre possibile dell’oblio nonché sul ruolo principe che gioca la volontà nell’amministrare la memoria, ossia ciò che Agostino nelle Confessioni definiva mirabilmente “il ventre della mente”».

Chi è Amos Luzzato

Amos Luzzatto, medico, scienziato e biblista, nipote di Dante Lattes, già presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e già direttore della «Rassegna mensile di Israele», è Presidente della Comunità ebraica di Venezia e autore di innumerevoli saggi sulla storia dell’ebraismo italiano, sull’identità e sull’ermeneutica ebraica. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: Il libro di Giobbe, Feltrinelli, Milano 1991; Una lettura ebraica del Cantico dei Cantici, Giuntina, Firenze 1997; Leggere il Midrash. Le interpretazioni ebraiche della Bibbia, Morcelliana, Brescia 1999, Il posto degli ebrei, Einaudi, Torino 2003; Amos Luzzatto. Una vita tra ebraismo, scienza e politica, a cura di M. Giuliani, Morcelliana, Brescia 2003; La leggenda di Concobello Mursia, Milano 2006; A proposito di laicità. Dal punto di vista ebraico, a cura di F. Nodari Effatà Editrice, Cantalupa, Torino 2008; Conta e racconta. Memorie di un ebreo di sinistra, Mursia, Milano 2008; Ramchal. Pensiero ebraico e kabbalah tra Padova ed Eretz Israel, (con A. Viterbo, G. Laras), Esedra, Padova 2010; Hermann. Un ebreo tedesco nella Roma del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2010; Chi era Qohelet? Postfazione di S. Natoli, Morcelliana, Brescia 2011.

associazione_filosofi_3

francesca nodari – direttore scientifico
http://www.filosofilungologlio.it
info@filosofilungologlio.it
segreteria@filosofilungologlio.it
Francesca Nodari 338/6984088