Festa della musica

APERTURA STRAORDINARIA DELLA COLLEZIONE DELLA GALLERIA CIVICA DI MODENA. FOTOGRAFIE E DISEGNI DALLE RACCOLTE
giovedì 21 giugno in occasione della Festa della Musica a Palazzo Santa Margherita

L’allestimento della Collezione della Galleria civica di Modena. Fotografie e disegni dalle Raccolte, aperto dal 17 marzo al 10 giugno scorso a Palazzo Santa Margherita sarà riaperto al pubblico in via straordinaria in occasione della Festa della Musica del possimo 21 giugno. Le sale espositive di corso Canalgrande 103 saranno riaperte al pubblico con ingresso gratuito dalle 21.00 alle 23.00 e mostreranno opere dalle Raccolte del Disegno e della Fotografia: una scelta di ritratti di grandi artisti scattati da maestri della fotografia italiani e stranieri in sala grande, una selezione di opere della prima metà del Novecento nelle sale superiori.

Il duplice volto della dignità

Dopo i gremitissimi incontri con Giovanni Ghiselli e Maria Rita Parsi, che hanno avuto come fil rouge, l’uno la dignità degli eroi, l’altro la dignità dei bambini, prosegue il fitto programma del Festival che ospiterà – mercoledì 20 giugno, a partire dalle ore 21.15, nella suggestiva cornice di Palazzo Martinengo, in via Martinengo 15 a Orzivecchi (Bs) [n caso di pioggia  presso la  Chiesa Parrocchiale SS. Pietro e Paolo, sita nella medesima via] –  Paolo Becchi, ordinario di Filosofia del diritto all’Università di Genova. L’autore del celebre volume: Il Principio dignità umana parlerà de Il duplice volto della dignità umana.
«Scaturiscono, da ciascuna lectio magistralis,  – ha dichiarato il direttore scientifico, Francesca Nodari – riflessioni destinate a rimanere impresse nella mente e a suggerire nuove piste d’indagine e di approfondimento. Gli innumerevoli spunti offerti da Ghiselli sullo stile degli antichi e la loro capacità di far fronte alla necessità senza temere la morte, spesso incamminandosi sulla via stretta della sofferenza, nella consapevolezza del carattere agonico dell’esistenza così  come l’esortazione di Maria  Rita Parsi alla messa in pratica di una «visione bambinocentrica del mondo che  rappresenta, per il pianeta, l’unica,

Con questo spirito ci prepariamo all’imminente incontro con Paolo Becchi, già ospite del Festival nel 2010 e da quest’anno membro del Comitato scientifico della Kermesse.Il filosofo – continua Francesca Nodari –, noto al grande pubblico per aver riportato al centro del dibattito contemporaneo la definizione di morte cerebrale, è colui che, in Italia, ha riportato, de facto, in auge la questione della dignità umana. Un principio questo, che dopo il “principio speranza” di Ernst Bloch e quello della “responsabilità” di Hans Jonas, dopo l’orrore della seconda guerra mondiale, si è trasformato da ideale etico in “principio giuridico presente nella Dichiarazione universale dei Diritti dell’uomo (1948)”. E se stupisce il fatto che la dignità umana sia divenuta un concetto chiave sia nel dibattito pubblico europeo, soprattutto nell’area germanofona,  sia in quello angloamericano, mentre nel nostro Paese il dibattito è solo agli albori, Becchi ci invita a prendere atto della centralità del principio dignità umana sia per gli interrogativi filosofico-giuridici che suscita sia per le cruciali implicazioni bioetiche sottese e il relativo conflitto di interpretazioni “proprio perché in quel principio è in gioco la destinazione dell’uomo”».

CHI ÈPAOLO BECCHI
Ordinario di Filosofia del diritto  nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Genova e visiting professor presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Lucerna, Paolo Becchi ha curato l’edizione italiana di innumerevoli opere di Hans Jonas. Con le sue acute riflessioni ha riportato al centro del dibattito contemporaneo le delicate implicazioni legate alla definizione del concetto di morte cerebrale proponendone un ripensamento che insieme alla proclamazione del principio di dignità umana è destinato a segnare gli odierni sviluppi in ambito bioetico.

Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Oltre le righe. Hegel e il dibattito intorno alle sue lezioni, Editoriale Scientifica, Napoli, 1996; Questioni vitali. Eutanasia e clonazione nell’attuale dibattito bioetico, Loffredo, Napoli 2001; in collaborazione con R. Barcaro, ha curato l’antologia Questioni mortali. L’attuale dibattito sulla morte cerebrale e il problema dei trapianti, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 2004; La vulnerabilità della vita. Contributi su Hans Jonas, La Scuola di Pitagora, Napoli 2008; Quando finisce la vita. La morale e il diritto di fronte alla morte, Aracne, Roma 2009;  Giuristi e principi. Alle origini del diritto moderno, Aracne, Roma 2010; presso la Morcelliana ha pubblicato: Morte cerebrale e trapianto di organi. Una questione di etica giuridica, 2008; Il principio dignità umana, 2009; ha curato, inoltre,  l’edizione di C. Smith, La tirannia dei valori, 2008 e il celebre saggio di Hans Jonas, Morire dopo Harvard, 2009. Sempre per Morcelliana ha pubblicato: Hans Jonas, un profilo 2010 e Kant diverso. Pena, natura, dignità, 2011. Ricordiamo, inoltre, Corpo morto, corpo quasi morto in F. Nodari (a cura di), Corpo, «Collana Filosofi lungo l’Oglio», pp. 229-246, Massetti Rodella Editori, Roccafranca (Bs) 2010.

Paolo Becchi ha tenuto conferenze in varie Università italiane e straniere, fa parte del consiglio scientifico dell’Interdisziplinäres Zentrum Medizin-Ethik-Recht presso la Martin-Luther-Universität di Halle (R.F.T.) ed è membro del comitato editoriale delle riviste: «Materiali per una storia della cultura giuridica» e «Rechtsphilosophische Hefte».
Collabora regolarmente con numerosi quotidiani.
associazione_filosofi_3

francesca nodari – direttore scientifico
http://www.filosofilungologlio.it
info@filosofilungologlio.it
segreteria@filosofilungologlio.it
Francesca Nodari 338/6984088

Anteprime al Biografilm

15.00 al Cinema Lumière
Letters From The Big Man. Fuggire dalla routine e dalle delusioni, lontano dalla città, verso il cuore della foresta. Così inizia il viaggio di Sara, artista, nel mezzo della natura più incontaminata dell’Oregon. Un viaggio tra vecchi miti e personaggi misteriosi, verità da svelare e un passato da ricucire. Scenari mozzafiato, in un percorso’ meditativo che accompagna lo spettatore, tra introspezione, silenzi e inaspettate rivelazioni. Anteprima europea

17.00 al Cinema Odeon
La faute à mon père. Chloe Barreau ha sempre saputo di essere il frutto di un amore proibito, quello fra la madre infermiera e il padre, prete ‘spretato’, che ha mutato la sua vita e le dinamiche di un intero paese. Un racconto intimo, di verità nascoste, scontri pubblici e di uno scandalo nazionale che ha portato padre e figlia, a narrare con verità investigativa e carattere, un pezzo di autobiografia di grande valore. Anteprima mondiale.

18.30 al Cinema Odeon
Love and Politics.
L’essenza e la bellezza del sogno di una rivoluzione anarchica e non violenta. Il Living Theater e la sua storia. Love and Politics è il ritratto intimo, poetico e scarno della sua fondatrice, Judith Malina, 85 anni, e negli occhi e nelle vene ancora tutta l’energia, la forza pungente e la voglia di cambiare il mondo e di lottare per quel sogno, nonostante tutti gli ostacoli possibili. Anteprima internazionale.

22.00 al Cinema Lumière
When Pigs Fly. Uno sperduto paesino della periferia americana, storie di bevute, fantasmi del passato e vendette che si nascondono dietro l’angolo. E poi la voce e le parole di Marianne Faithfull (qui in veste di coprotagonista) affiancata da un giovanissimo Alfred Molina e, sopra tutto la colonna sonora firmata dall’indimenticabile leader dei Clash, Joe Strummer. Anteprima italiana.

Joe Strummer. Un contenuto del tutto speciale per una straordinaria gemma recuperata e qui in assoluta anteprima mondiale: Bonus Track Joe Strummer, documento intimo e prezioso che svela le fasi di registrazione della colonna sonora di When Pigs Fly. Firmato da Sarah Driver e da Jim Jarmusch, (executive producer per When Pigs Fly) e con un inedito Joe Strummer tutto da scoprire. Anteprima mondiale.

Oggi al Biografilm

15.00 al Cinema Odeon
Ai Weiwei: Never Sorry. Il più famoso artista contemporaneo cinese. Diretto, sfrontato, rivoluzionario. La verità di un dissidente dell’era digitale raccontato da vicino, un uomo che, con coraggio, ha abbattuto i confini tra arte e politica. Il governo cinese lo ha messo a tacere in tutti i modi: picchiandolo, oscurando il suo blog, rinchiudendolo in una detenzione segreta e demolendo il suo studio. Ai Wei Wei non ha mai smesso di lottare. Senza chiedere scusa. Anteprima italiana.

19.30 al Cinema Lumière
Big Boys Gone Bananas!*. Giochi sporchi, azioni legali, manipolazioni mediatiche e il prezzo della libertà di parola. Selezionato per il Sundance Film Festival 2012, Big Boys Gone Bananas racconta le avventure legali di un piccolo documentario di denuncia contro la multinazionale Dole Food Company. Un film ardito che rivela come spesso le grandi corporation siano pronte a tutte pur di nascondere la verità.

21.00 al Cinema Lumière
The Island President. The Island President racconta la battaglia dall’ex presidente delle Maldive contro il riscaldamento globale, che sta rischiando di far affondare il suo paese, ma non solo. Nasheed è stato il primo presidente liberamente eletto dal popolo nella storia dell’isola, almeno fino al Febbraio 2012 quando è stato costretto a dare le proprie dimissioni. Un ritratto attuale di un uomo che è un esempio di coraggio e perseveranza, contro ogni tipo di ingiustizia. Anteprima italiana.

Magic trip

 e ancora…Magic Trip – Viaggia con noi!

Venerdì 15 giugno ore 19.30 – Bio Parco
Parco del Cavaticcio Bologna

Via Azzo Gardino, nell’ambito del Biografilm Festival

Magic Trip – Viaggia con noi! Nella giornata dedicata al padre dell’On the Road Ken Kesey Biografilm presenta tre straordinarie anteprime italiane: Magic Trip, un miracoloso montaggio, realizzato dal regista premio Oscar Alex Gibney, partendo dai filmati originali del mitico “Go Further”, il furgone con cui l’autore di Qualcuno volò sul nido del cuculo attraversò le strade americane, cambiando una generazione e il suo modo di vedere il mondo. Love Always Carolyn: film intervista sulla ordinaria vita di Caroline Cassady, moglie di Neil e amante e musa di Jack Kerouak. The Substance – Albert Hofmann’s LSD, il ritratto psicotropo di un uomo allucinante. Una serata Pop/rock di stampo britannico e influenze dall’America indipendente degli ann i più recenti, il tutto raccolto con coerenza e da un songwriting di altissimo livello, da consumare preferibilmente ad alto volume con i The Vickers. A seguire Jules Not Jude electro pop rock band bresciana che, dopo gli ottimi risultati riscossi con il primo album “All apples are red”, porta a Bologna il nuovo EP “Tuesday”, preludio all’album in uscita nel 2013.”

Il mese degli spaventapasseri


A un centinaio di metri dai giardini, dal 19 giugno al 16 settembre 2012, il Museo di Palazzo Poggi
effettuerà il seguente orario di apertura:

dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 (lunedì chiuso)

Il Museo resterà chiuso dal 6 al 27 agosto 2012

Fino al 4 novembre 2012 sarà possibile visitare la mostra:

La Scienza delle Armi. Luigi Ferdinando Marsili (1658-1730)

Scarica il depliant

<http://www.museopalazzopoggi.unibo.it/document/upload/PDF/PieghevoleMarsili.pdf>

 <http://www.facebook.com/museopalazzopoggi>
 <http://twitter.com/#!/MuseoPaPoggi>

 MUSEO DI PALAZZO POGGI

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Museo di Palazzo Poggi

Via Zamboni 33 - I - 40126 Bologna (BO)

Tel. + 39 051 2099398 - Fax. +39 051 2099402

www.museopalazzopoggi.unibo.it

Confessions of an Eco-Terrorist di Peter Brown

Lunedì 11 giugno ore 18.30 – Cinema Lumière

Anteprima italiana
Introducono il film Gianpiero Calzolari (Presidente di Legacoop Bologna) e Andrea Segrè (Preside – Facolta di Agraria – Università di Bologna e Presidente – Last Minute Market – spin off accademico).

Confessions of an Eco-Terrorist. Confessions of an Eco-Terrorist dell’attivista americano Peter Brown regala una prospettiva, spesso ironica, della vita a bordo della nave del capitano Paul Watson e della sua organizzazione, la Sea Shepherd Conservation Society, un’associazione di ribelli degli oceani, per la difesa della fauna marina.

Musica al Biografilm

21.30 Biografilm Street
Concerto Minor Swing Quintet. L’ispirazione per questi cinque musicisti bolognesi nasce da uno dei brani più celebri di Django Reinhardt, Minor Swing. Spinti dall’amore per il gipsy jazz, ma desiderosi di creare un loro proprio sound ibrido, decidono di riprendere i brani della tradizione manouche e provare a renderli loro,a contestualizzarli nella loro Bologna degli anni 2000. Il risultato è una miscela esplosiva della tradizione jazzistica e manouche, ma anche composizioni originali, dove si intuisce il desiderio di attualizzare la proposta musicale e di fondere tutte le conoscenze in gioco per plasmare una nuova idea musicale.

22.30 al Cinema Lumière
When Pigs Fly, e a seguire, Joe Strummer. Uno sperduto paesino della periferia americana, storie di bevute, fantasmi del passato e vendette che si nascondono dietro l’angolo. E poi la voce e le parole di Marianne Faithfull (qui in veste di coprotagonista) affiancata da un giovanissimo Alfred Molina e, sopra tutto la colonna sonora firmata dall’indimenticabile leader dei Clash, Joe Strummer. A seguire, un contenuto del tutto speciale: Bonus Track Joe Strummer, documento intimo e prezioso che svela le fasi di registrazione della colonna sonora di When Pigs Fly.

Il Biografilm è a Bologna, in via Azzo Gardino 65