Sfogliata a Finale

Grande impegno a Finale Emilia per mantenere le tradizioni malgrado le difficoltà date dallo sconquasso del terremoto. La Festa della Sfogliata si svolgerà l’8 e il 9 dicembre 2012 nelle piazze e nelle vie del Centro Storico, dalle 9.00 alle 18.00. Ci sarà la consueta distribuzione di assaggi di Sfogliata e Anicione, prodotti tipici finalesi e in aggiunta la degustazione di altri prodotti tipici locali.
Per le vie del paese i visitatori incontreranno il Mercato dell’Artigianato, dell’Hobbistica e dei Prodotti Tipici, ma anche gli Alberi di Classe, iniziative delle scuole che negli anni scorsi ha visto tanta partecipazione ed è stata molto gradita dai visitatori. La Pesca di Beneficenza quest’anno è destinata a sostenere le Biblioteche dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord .
Ancora, Musica e Arte di Strada, Spettacoli Itineranti e Animazioni per grandi e piccini. In piazza ci saranno anche i volontari con i loro stand e gli esercizi commerciali aperti con proposte interessanti per il Natale dei finalesi ma non solo.
La tradizionale Festa della Sfogliata è organizzata dal Comune di Finale Emilia, tramite gli assessorati alla Cultura e al Commercio, in collaborazione con il Comitato Attività Produttive e con la partecipazione di: Comitato Carnevale, Lo Cantacucco, Volontari pro Handicappati, Artinsieme, La Moda nei Tempi, AVIS, AMO, Croce Rossa, CRI Sezione Femminile, La Clessidra-Banca del Tempo, la Fiasca.
La manifestazione viene realizzata con il contributo ella Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.
Info: http://www.comunefinale.net – Ufficio Cultura: 0535.90871 – facebook/FinaleEmilia-Cultura.

Astri nascenti del custom italiano espongono al Voodoo Club


Al Voodoo Club di San Giuseppe di Comacchio ospiti gli Inglorious Basterds Cycles, il
gruppo di appassionati artigiani della meccanica che ha recentemente allestito un’officina
delle meraviglie proprio in Via Romea Vecchia. Gli IBC espongono la “Bastarda senza
gloria”, prima moto nata dalla loro unione in una vera e propria bottega della tecnologia meccanica dove si occupano della realizzazione dei pezzi, partendo dalle materie prime o dai semilavorati, e del loro assemblaggio.
La “Bastarda senza gloria”, una Harley-Davidson Pan/Shovel del 1956, assemblata in
nove mesi di lavoro, è stata concepita come omaggio ai piloti privati degli anni ’40-’50 che hanno contribuito a rendere famose le gare di flat-track e hill-climbing ma che non sono riusciti a conquistare la gloria che avrebbero meritato. Gli IBC invece pare proprio che ci stiano riuscendo egregiamente e la collezione di successi ne è prova.
La “Bastarda senza Gloria” era già stata vincitrice in ottobre del titolo Best of Show al
Campionato Italiano di Riders Bike Contest, tenutosi in occasione della undicesima
edizione di Rombo di Tuono. Un’opportunità, questa, riservata agli appassionati non
professionisti, all’interno degli appuntamenti dell’evento fieristico di Montichiari dedicato al settore custom dove le realizzazioni curate dai migliori customizer italiani sono impegnate in un vero run su strada. Oltre al prestigio della vittoria gli IBC si sono aggiudicati un soggiorno alla Daytona Bike Week.
A fine novembre la “Bastarda senza Gloria” si riconferma sul podio vincendo poi
l’ambitissimo titolo di Best in Show alla Kustom Kulture di Cesena. Mentre “Calliope”, la Indian Chief secondogenita di casa, si classifica al primo posto nella categoria Bagger.
La fucina degli Inglorious Bastard Cycles è costantemente in attività e nonostante lasci
riposare volentieri la pluripremiata creatura al Voodoo Club non si crogiolerà a lungo sugli allori, pare infatti si stia delineando la partecipazione al Campionato Mondiale AMD in programma a maggio 2013 ad Essen. L’auspicio non può essere altro che favorevole vista l’incisione sulla piastra di ottone del serbatoio, che recita: “Run into the wind, reach with wisdom toward your limit, enjoy the moments of glory… but remember also those bastards”. Good way brother.
_____________________________________________________________
Voodoo Club Via Vecchia Romea, 62/c San Giuseppe di Comacchio FE voodooarciclub.it 347.8616394

Week-end a Cento

Venerdì 7 dicembre
Teatro tenda PalaBorgatti- ore 21.00
Scarpe (evento speciale – circo teatro)
Biglietti da 5 a 10 euro
A cura di Fondazione Teatro G. Borgatti

Sabato 8 dicembre
Piazza Guercino – doppio portico
ore 16.00/17.00/18.00

Spettacolo di burattini “Un regalo per Sandrone”
con l’Ensemble a plettro “Gino Neri” – Teatro delle Teste di Legno
Iniziativa gratuita a cura di Assessorato alla Cultura

Domenica 9 dicembre
Centro storico, dalle ore 16.00
Zoccoli e Zampogne

Gli zampognari e le loro asinelle per la gioia dei bambini
Iniziativa gratuita a cura di Assessorato alla Cultura
Piazzale Bonzagni, ore 17.00
CORTEO E SACRA RAPPRESENTAZIONE

A cura della Pastorale Giovanile Centese
Al termine, nel parco del Convento dei Cappuccini, merenda per tutti

Caffè Italia, ore 17.45
Tutto col gioco, nulla per gioco”
Aperitivo musicale con letture a tema
A cura del Gruppo Scout Cento, in collaborazione con il Centro Anziani

Teatro tenda PalaBorgatti, ore 21.00
Gran Varietà con “I Centesi di Ardin”

Biglietto a 10 euro. Il ricavato sarà devoluto pro restauro del Teatro Borgatti di Cento
A cura di Fondazione Teatro G. Borgatti e Compagnia I Centesi di Ardin

Lunedì 10 dicembre
Cinema Teatro Don Zucchini, ore 18.00
La Conversazione di Natale
La fanciullezza, la vita divina dell’uomo
Riflessioni, recita di testi, opere d’arte commentate, esecuzioni musicali
Relatore: Prof. Giuseppe Adani a cura della Cooperativa Culturale Città di Cento

MAGGIORI INFORMAZIONI

Belle storie

Nove “Belle storie”, per rivivere l’esperienza delle tradizioni e lo sguardo artistico che hanno segnato un territorio, fatto di tante eccellenze. Un’occasione per rivivere attraverso la voce dei protagonisti la vita di Bondeno, nei nove racconti delle interviste audiovisive, girate da Andrea Samaritani. Le quali verranno proiettate domenica 9 dicembre (ore 16) in pinacoteca, e poi a disposizione in versione integrale nella mediateca del polo “Meletti”. “Il progetto nasce da un’idea di un anno e mezzo fa del sindaco di Bondeno, Alan Fabbri – rivela l’assessore alla cultura matildeo, Francesca Poltronieri – intenzionato a raccogliere alcune testimonianze su diversi avvenimenti; come quelli bellici. Ci si è resi conto che si poteva raccontare la storia di Bondeno a 360°. Lo scorso anno, abbiamo vissuto alcune storie importanti, come quella del pittore Giancarlo Tassi, poco prima della sua scomparsa, o quella di Ormea Lupi, dell’Udi, protagonista della pellicola ambientata a Bondeno: “I figli non sono della guerra”, che racconta i giorni dei rastrellamenti nazi-fascisti, dopo l’assalto al municipio del 18 febbraio.” Quest’anno, invece, focus delle interviste sul lato artistico e delle tradizioni del territorio. Non a caso, saranno premiati durante la giornata celebrativa di “Belle storie”, in pinacoteca, presidente e vicepresidente della storica Società Operaia di Mutuo Soccorso, Arnaldo Aleotti e Carlo Calzolari; il responsabile della Sagra dello storione di Burana, Daniela Galliera, mentre lo sguardo artistico del territorio vivrà nei racconti di due protagonisti della storia recente: il pittore Gianni Cestari e lo scrittore (ma anche pittore) Carlo Costanzelli. Il lato storico vedrà scorrere, quest’anno le parole di Edmo Mori, memoria per eccellenza delle vicende matildee, e quelle dell’ex sergente Giovanni Ghedini. Infine, uno sguardo al territorio arriverà anche dagli occhi dell’architetto Moreno Po, tra i curatori del Psc, e di Fabrizio Vecchi, vicepresidente della cooperativa “Giulio Bellini”, che ha segnato la storia del novecento a Bondeno, con il proprio lavoro. Tante storie, un solo comun denominatore: rendere viva la tradizione del territorio matildeo.

Teatro e musica a Ferrara

FERRARA IN JAZZ Stagione 2012-2013
Torrione S. Giovanni
Via Rampari di Belfiore 167
Orario:
21.30
Ingresso: a pagamento
Dicembre
Informazioni
Tel. 339 7886261
jazzclub@jazzclubferrara.com
lunedì 3: Korla Trio + Fabrizio Puglisi Happy Go Lucky Local – Ingresso gratuito
venerdì 7: Fresh Fish 5et
sabato 8: Franco Ambrosetti 5et
lunedì 10: Bill Carrothers Piano Solo One More
http://www.jazzclubferrara.com
cod.
EVENTI ALLA SLA ESTENSE
Sala Estense
Piazza Municipio
Orario:
21.00
Ingresso: a pagamento
Dicembre
Informazioni
martedì 4: Rututuja Musical e sketch in dialetto ferrarese. Incasso a favore di ADO
giovedì 6, h. 20.30: Concerto gruppo bandistico molinnellese
venerdì 7: Controcanto concerto tributo a Lucio dalla
cod. 01
I QUARTETTI DI BOCCHERINI
Palazzo Bonacossi
Via Cisterna del Follo 5
Orario:
19.00
Ingresso: gratuito
5 dicembre
Informazioni
Tel. 0532 209370
Concerto nell’ambito del convegno sulla musica strumentale dedicato al compositore lucchese.
cod. 02
DANZA 2012
Teatro Comunale
C.so Martiri della Libertà 5
Orario:
21.00
Ingresso: a pagamento
Da 6 a 9 dicembre
Informazioni
Tel. 0532 202675
teatro@comune.fe.it
giovedì 6: Duetto (1989-2012) – L’importanza della trasmigrazione degli ultimi sciamani Compagnia Butterfly Fattoria Vittadini
venerdì 7 e sabato 8: Plek + 10 tracce per la fine del mondo Fuoristrada – Nuove proposte di compagnie emergenti
domenica 10: Je danse et je vous en donne a bouffer Radhouane El Maddeb Cie De Soi
http://www.teatrocomunaleferrara.it
cod. 03
I CONCERTI DEL RIDOTTO
Ridotto del Teatro
Rotonda Foschini
Orario:
17.00
Ingresso: euro 8,00
8 dicembre
Informazioni
Tel. 0532 202675
teatro@comune.fe.it
1992-2012: Omaggio a Piazzolla
http://www.teatrocomunaleferrara.it
cod. 05
STRAFERRARA Teatro in vernacolo ferrarese
Sala Estense
Piazza Municipale
Orario:
16.00
Ingresso: euro 6,50
9 dicembre
Informazioni
Tel. 0532 209370
24 aprile 1945 – Al diavùl in sufita di G. Sprocati
http://digilander.libero.it/Straferrara/index.html
cod. 06

Ultima settimana di mostra

LEONARDO CASTELLANI
incisioni e opere su carta (1930-1984)
donate da Claudio Castellani



Chiuderà domenica 9 dicembre la mostra dedicata all’opera grafica di Leonardo Castellani.
 
Leonardo Castellani (Faenza 1896 – Urbino 1984) fu uno straordinario artista (pittore, scultore, ceramista, uno dei grandi incisori del Novecento) e uno scrittore intenso; riprendendo le parole di Marco Valsecchi (1970): “L’incidere e lo scrivere fanno tutt’uno nel suo mondo espressivo. Leggendo una sua pagina o guardando una sua acquaforte, si coglie un’identica operazione creativa, fatta di civiltà e di grazia antica, così remote da noi da sembrarci fuori del tempo. E tuttavia non estranee perché, alla fine, ci costringono ancora ad accorgerci che al di là delle violenze, dei sbrigativi, al di là dei gusti forti cui ci ha abituati la vita attuale, c’è ancora un mondo civile e umano, antico ho detto, per un discorso piano, fatto di ansiosi pensieri ma espresso con immagini chiare e serene”.
 
La mostra a cura di Flaminio e Massimo Balestra rientra nel ciclo Ex dono – Rassegna delle donazioni.
L’esposizione presenta una selezione di opere grafiche donate da Claudio Castellani, figlio dell’artista (9 disegni dal 1930 al 1975, 76 incisioni calcografiche dal 1936 al 1984, 6 litografie, una serigrafia dal 1955 al 1984, 4 lastre calcografiche, di cui due di Luigi Bartolini, e 7 numeri, con incisioni originali, della rivista Valbona) e tre dipinti, Cubismo del paesaggio del 1919, La fornace del 1930 e la Fortezza di Albornoz del 1950 (proprietà C. Castellani).
 
L’importante donazione di Claudio Castellani, oltre ad arricchire il patrimonio artistico della Fondazione, ha incrementato il fondo di opere dell’artista nelle collezioni del museo. Tito Balestra e Leonardo Castellani si frequentarono come testimonia la presenza, all’interno della Collezione Balestra, di un’incisione all’acquaforte del 1969, a cui in seguito si aggiunsero altri 40 fogli, grazie alle donazioni di Tano Citeroni (1992) e di Piergiorgio Spallacci (2004).
 

 

 

LEONARDO CASTELLANI
incisioni e opere su carta (1930-1984)
donate da Claudio Castellani

a cura di Flaminio Balestra e Massimo Balestra

 

Longiano FC
Ex chiesa Madonna di Loreto – Castello Malatestiano
6 ottobre – 9 dicembre 2012

Orari di apertura: dal martedì alla domenica e festivi 10-12/ 15-19

Fondazione Tito Balestra Onlus
Tel. 0547/665420
Fax 0547/667007
info@fondazionetitobalestra.org
www.fondazionetitobalestra.org

Generazione orfana

Prima visione: Cosimo e Nicole
fino a martedì 4 dicembre – Cinema Lumière

Cosimo è italiano, Nicole francese. Si conoscono a Genova, durante gli scontri del G8. Da allora non si sono più lasciati, fulminati da una passione irrefrenabile e incontrollata. La loro casa è l’Europa e la musica la loro passione. Decidono di tornare a Genova, dove iniziano a lavorare per un amico che organizza concerti. Tutto sembra andare per il meglio, fino a quando un incidente rischia di incrinare l’amore, ponendoli di fronte a scelte che segneranno il loro futuro. Una storia d’amore moderna e autentica, una coppia che non vuole scendere a compromessi con il cinismo e la durezza della realtà. “Attraverso la loro esperienza d’amore e separazione, disimpegno e riscatto, ho cercato” dice il regista Francesco Amato “di raccontare che cos’è successo alla mia generazione, quella che, dopo il G8 di Genova , a vent’anni, si è trovata orfana dello stato, del senso etico, in un paese contraddittorio (l’Europa intera) e pericolosamente incline al compromesso”.
>> Maggiori informazioni

Terre del Rubicone

CONCORSO FOTOGRAFICO

Obiettivo Terre del Rubicone
Innamorarsi, scatto a scatto…

E’ stata prorogata a LUNEDI’ 7 GENNAIO 2013 la data di consegna delle immagini per il concorso: Obiettivo Terre del Rubicone Innamorarsi, scatto a scatto…

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti.
Per partecipare è necessario spedire o consegnare le proprie fotografie, scattate nel territorio delle Terre del Rubicone (Comuni di Borghi, Longiano, Montiano, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone).

Il concorso è strutturato in tre diverse sezioni:
1) Cultura: rocche, castelli, borghi, musei, arte, ecc.;
2) Natura: paesaggi, agricoltura, stagioni, fauna, flora, ecc.;
3) Persone: artigianato, mestieri, eno-gastronomia, tipicità, sagre, feste popolari, ecc.

Montepremi Euro 1.500,00, suddiviso in n. 3 buoni acquisto del valore di Euro 500,00 cad.

Per scaricare il regolamente del concorso, cliccare qui
Per scaricare la scheda di iscrizione, cliccare qui

 

Per informazioni:
www.terredelrubicone.it
info@terredelrubicone.it
Alessandra Brocculi 348/4762425

Festa del baratto


Il baratto ci piace, ci fa pensare a incontrare le persone per scambiarsi le cose, i saperi, i piaceri della vita nella gioia di stare insieme. Se hai oggetti o abiti in buono stato portali in Piazza Acquaderni (centro storico) dove, con il patrocinio del Comune e la collaborazione di altre associazioni della zona, potrai trovare a tua volta qualcosa di bello per te. 1 SCEC per ogni oggetto consegnato. INGRESSO LIBERO e consigliato a tutti!
Non mancheranno, nella bella sala degli antichi sotterranei del Comune, laboratori ri-creativi per bambini (dalle 10 alle 12), una conferenza su l’introduzione dello SCEC (solidarietà che cammina) per ri-vitalizzare le economie locali (ore 14.30) e una su Cos’è la Transizione (ore 15.30), da dove nasce e cosa ci porta di buono .