Cinema parrocchiali

Programmazione settimana 8/14

Ven 21 febbraio ore 21:15
Sab 22 febbraio ore 21
Dom 23 febbraio ore 17:30 e ore 21

DALLAS BUYERS CLUB

Nazione: USA
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 117'
Regia: Jean-Marc Vallée
Sito ufficiale: www.focusfeatures.com/dallas_buyers_clubCast: Jared Leto, Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Dallas Roberts, Denis O'Hare, Steve Zahn, Kevin Rankin, Jane McNeill, Griffin Dunne, Steffie Grote
Produzione: Voltage Pictures, Truth Entertainment
Distribuzione: Good Films

--

Cartoonia... e dintorni!
Dom 23 febbraio ore 15

PIOVONO POLPETTE 2

--
Cinema San Benedetto
Via Tazzoli, 11
44121 Ferrara
segreteria telefonica 0532 215932

CINEMA S.SPIRITO, VIA DELLA RESISTENZA 7 FERRARA

PROGRAMMAZIONE DA VENERDI’ 21
A LUNEDI’ 24 FEBBRAIO

NUOVA TECNOLOGIA CINEMA DIGITALE

LA MIA CLASSE
di Daniele Gaglianone
Con: Valerio Mastandrea, Bassirou Ballde, Mamon Bhuiyan, Gragorio Cabral, Jessica Canahuire Laura
Genere: Drammatico
Durata: 92 min.

Guarda il Trailer

VENERDI’
ORE 21,00

SABATO
ORE 20,30 – 22,30

DOMENICA
ORE 18,30 – 20,30 – 22,30

LUNEDI’
ORE 21,00

Una classe di immigrati tra finzione cinematografica e realtà.

Ambientata nel quartiere multietnico del Pigneto a Roma, è la storia collettiva di una classe di emigranti e stranieri che imparano l’italiano. È una storia che si compone delle vicende individuali degli studenti e dell’insegnante: un racconto vero che nasce tra mura scolastiche non convenzionali. Un racconto vero? Certamente per le voci e i ricordi dei ragazzi che siedono sui banchi; diversamente vero per l’attore Mastandrea che si cala nel ruolo del loro insegnante; altrimenti vero per il regista e la troupe che entrano ed escono di scena in un incrocio di esperienze reali e di ricerca della verità nella finzione che si rivela essere l’autentico nucleo narrativo di questa storia. Più vera del vero.
In sala dopo essere stato presentato al Festival del cinema di Venezia ‘La mia classe’ di Daniele Gaglianone con Valerio Mastandrea nel ruolo del maestro protagonista della storia che da’ lezioni di italiano ad una classe di stranieri che mettono in scena se stessi. Ecco come racconta questo bel film a cavallo tra finzione e documentario il regista Daniele Gaglianone: “Fare questo film e’ stata un’esperienza unica: tutti i giorni ripetevo sul set che stavamo rischiando grosso ma per qualcosa che ne valeva la pena, perche’ il film o funzionava oppure no. Non c’erano vie di mezzo. Mi ha accompagnato e dato coraggio, la riflessione di un poeta e scrittore russo del Novecento, Daniil Charms: le uniche poesie che vale la pena scrivere sono quelle con dei versi che se si prendono e si tirano contro una finestra, il vetro si deve rompere”.

 

PROGRAMMA “CINEMA RAGAZZI”

DOMENICA 23 FEBBRAIO
ORE 15,00 – 16,40

FROZEN – IL REGNO DI GHIACCIO
Un film di Chris Buck, Jennifer Lee
Genere: Animazione
Durata: 100 min.

Anna, una giovane sognatrice, intraprende un epico viaggio in compagnia di un coraggioso uomo di montagna, Kristoff, e della sua fedele renna Sven alla ricerca della sorella Elsa, i cui poteri glaciali hanno intrappolato il regno di Arendelle in un inverno senza fine. In condizioni estreme come quelle dell’Everest, dopo aver incontrato creature fantastiche come i troll e un buffo pupazzo di neve di nome Olaf, Anna e Kristoff combattono contro gli elementi della natura per salvare il regno.



Teatro Verdi di Porotto

Ferrara – Teatro Verdi, Via X Martiri 141, Porotto

 

L’Associazione Teatro Giuseppe Verdi, attraverso la sua attività si prefigge di trasmettere l’amore e la conoscenza della cultura musicale,teatrale, letteraria ed artistica in genere.
Per partecipare alle attività occorre iscriversi all’associazione
Info e prenotazioni: 349 1150068

 

Programma

21 Febbraio: Coppia aperta, quasi spalancata

28 Febbraio: Orlando? Furioso!

7 Marzo: Donne andata e ritorno

14 marzo: Un matrimòni d’intarès

29 marzo: Prestami tua moglie

11 aprile: Làsa star i can ch’i doràm

3 maggio: Famerò

9 maggio: Làsa pur che al mond al dìga

Orari

21.15

Tariffe

previa iscrizione all’associazione

Darwin day

Dal 12 Febbraio al 20 Marzo 2014

Ferrara – Museo di Storia Naturale – Via De Pisis 24

Un viaggio memorabile nella storia della vita sul nostro pianeta, un’iniziativa che permette al pubblico più vasto un approfondimento delle affascinanti teorie evolutive e la conoscenza del grande scienziato Charles Darwin.

“Darwin Day” definisce una serie di eventi culturali internazionali che hanno l’obiettivo di avvicinare il pubblico alla teoria dell’evoluzione, elaborata dal grande naturalista inglese Charles Darwin. Attraverso il meccanismo della selezione naturale, l’evoluzione biologica ha prodotto la grande diversità delle forme della vita sul nostro pianeta.

Programma

Mercoledì 12 febbraio – Sala Boldini: Buon Compleanno, Charles!
Apertura dei lavori e Presentazione del programma del Darwin Day Ferrara 2014

Proiezione del film “Chimpanzee” , uno straordinario spaccato di vita quotidiana in una famiglia di scimpanzé sconvolta da eventi drammatici.

Ciclo di conferenze

Giovedì 20 febbraio: “Il gioco e il sorriso nell’Uomo e negli altri animali”.
Giovedì 27 febbraio: “Vivere insieme: la coesistenza fra le specie di grandi mammiferi”.
Giovedì 6 marzo: “L’impronta originale” .
Giovedì 13 marzo: “Uno, nessuno e centomila. Superorganismi e animali eusociali: due teorie a confronto”.
Giovedì 20 marzo: “Le città invisibili” – Conferenza e Laboratori.
1) “Termiti e termitai”. Con Mario Marini
2) “Arnie, formicai e altre metropoli. Con Lucrezia Mattioli e Carla Corazza

Orari

21.00

Tariffe

La partecipazione alle iniziative è gratuita.

Contatti

Museo di Storia Naturale – Via Filippo De Pisis 24
telefax 0532 210508

Filosofia pragmatica

La saggezza dei grandi pensatori per la vita quotidiana

filosofia
La saggezza dei grandi pensatori per la vita quotidiana
Può la filosofia sostituirsi alle moderne “scienze dello spirito”? Può essa, fuori dai manuali e dai libri di testo, essere un valido supporto per affrontare i problemi, i dubbi e le incertezze della vita quotidiana? In una cultura nella quale la psicanalisi sembra avere una risposta per tutto, l’informazione scientifica pare sostituirsi alla fiducia in una sapienza superiore, in società dove la sete generata da domande di
ricerca interiore è appagata spesso dal godimento di cose materiali, può ancora la filosofia offrire una valida ispirazione e un buon consiglio per dirigere il nostro cammino verso la quiete dell’animo e un orizzonte di risposte utili?

Questo corso tenta di rileggere in modo nuovo e appunto “pragmatico” alcuni dei grandi autori e correnti della storia del pensiero, non in un esclusivo interesse culturale, ma cogliendone la saggezza che si estende al di sopra dei secoli e che parla a uomini e donne di ogni tempo con la stessa franchezza e gusto per l’essenziale.

Vedremo dunque, ad esempio, se sia possibile cambiare se stessi a qualunque età, risvegliarsi, conoscersi, accettarsi, migliorarsi. Fino a che punto agisce in noi l’istinto,l’esperienza, l’interesse, le abitudini e quando possiamo riconoscere nel fondo della coscienza una tensione verso la verità che il più delle volte nascondiamo a noi stessi.

Oggi il counceling filosofico sembra avere qualcosa di importante da dire. E’ quella “pratica filosofica” di cui parla sia Galimberti che Achenbach, e si scopre così che Platone in fondo è meglio del Prozac, che certi filosofi austeri e barbuti sono nostri amici veri e a portata come l’inquilino della porta accanto cui chiedere il sale, che Epicuro, lo Stoicismo, i grandi iniziati raccontati da Jaspers, e autori fuori dal coro
dell’antropologia e della sociologia, sono più vicini ai nostri quesiti, dubbi e speranze di quanto crediamo. Si scopre che le stesse fiabe e i miti antichi si rivolgono anche agli adulti e alle persone di oggi. E infine che vivere una vita un po’ più distaccata dal contingente, dagli affanni più comuni, dal disagio quotidiano del provvedere e prevedere tutto, è senza dubbio possibile.

DOCENTE: Vittorio Riguzzi
INIZIO: 24 febbraio 2014
NUMERO DI LEZIONI: 8
GIORNO E ORARIO: lunedì dalle 20.30 alle 22.00
SEDE: Casa Pannini, Corso Guercino 74
COSTO D’ISCRIZIONE: 70 euro

Il capitale umano

Programmazione settimana 7/14

Ven 14 febbraio ore 21:15
Sab 15 febbraio ore 21
Dom 16 febbraio ore 17:30 e ore 21

IL CAPITALE UMANO

Nazione: Italia
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 109'
Regia: Paolo Virzì
Sito ufficiale: www.repubblica.it/film/ilcapitaleumano/
Cast: Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni, Vincent Nemeth, Matilde Gioli, Gigio Alberti, Guglielmo Pinelli, Giovanni Anzaldo, Bebo Storti
Produzione: Indiana Production Company
Distribuzione: 01 Distribution

--

Cartoonia... e dintorni!
Dom 16 febbraio ore 15

FROZEN

--
Cinema San Benedetto
Via Tazzoli, 11
44121 Ferrara
segreteria telefonica 0532 215932

I concerti di Palazzo Bonacossi

Salone della Musica di Palazzo Bonacossi

Giovedì 13 febbraio 2014 – ore 18

«I CONCERTI DI PALAZZO BONACOSSI»

IL DRAMMA SECONDO FRANZ LISZT E RICHARD STRAUSS:

IL MELOLOGO

Maria Grazia Dalpasso (pianoforte), Pietro Calabretta (voce recitante)

Govedì 13 febbraio alle 18, il Salone della Musica di Palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo, 5) ospiterà il primo appuntamento della seconda edizione de I concerti di Palazzo Bonacossi: una rassegna di pomeriggi musicali che vedrà protagonisti i docenti del Conservatorio “G. Frescobaldi”, interpreti di repertori noti al grande pubblico come di pagine di raro ascolto. Il progetto nasce dal desiderio dei docenti del Conservatorio di avviare un ciclo di concerti “a chilometri zero”, unito alla volontà di portare la musica nei contesti più suggestivi della città, contribuendo alla loro conoscenza e alla loro valorizzazione; da qui la proficua collaborazione con i Musei Civici d’Arte Antica di Ferrara.

L’edizione 2014 si aprirà con un omaggio a Richard Strauss (1864-1949) nel 150° anniversario dalla nascita: in programma Il Castello sul Mare e Enoch Arden di Strauss su testi di Alfred Tennyson, affiancato da Il monaco infelice di Franz Liszt (1811-1886), dall’omonima ballata di Nicholas Lenau.

Il Conservatorio di Ferrara dedica questo concerto alla pianista Ruth Pardo e sua figlia violoncellista Lara D’Angelo, tragicamente scomparsa un anno fa; il pomeriggio vedrà tra i protagonisti Maria Grazia Dalpasso, una tra i primi allievi diplomati da Ruth Pardo. Ruth Pardo è stata docente di pianoforte principale presso il Conservatorio di Ferrara dal 1976 al 2004 e colleghi, allievi e amici la ricordano con stima, simpatia e affetto. Anche il programma vuole essere un omaggio alla pianista in quanto raffinata interprete dell’opera pianistica di Richard Strauss.

Maria Grazia Dalpasso, pianista, e Pietro Calabretta, voce recitante, proporranno uno spettacolo in cui la narrazione, pur supportata dalla scrittura pianistica, se ne affranca, avvalendosi del suo essere momento originario e non di co-scrittura. Il melologo, infatti – al contrario del melodramma – non nasce da un testo (libretto) concepito espressamente per la realizzazione musicale, ma il compositore si avvale di un brano preesistente concepito, a suo tempo, come pura espressione letteraria. La scrittura pianistica è tutt’altro che elementare e indulge talvolta al virtuosismo, tuttavia mai di maniera né fine a se stesso: dove è necessario, la scrittura s’infittisce, si fa ardua; poliritmia e ardite combinazioni armoniche trovano giusta e giustificata collocazione.

Il testo, sostenuto da un impianto compositivo ora blando ora solido, trae da esso linfa vitale e forza espressiva; il vigore che ne deriva contribuisce ad una simbiosi fortemente equilibrata, che costituisce, forse, l’elemento caratterizzante del melologo.

 

Maria Grazia Dalpasso si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara sotto la guida di Ruth Pardo. Ha proseguito gli studi perfezionandosi a Roma con Valerj Voskobojnikov.?Ha svolto attività concertistica in Italia e all’estero, come solista e in formazioni cameristiche. Nel campo della musica contemporanea, diversi compositori le hanno dedicato lavori.

Nel 2005 si è laureata con il massimo dei voti e la lode in Tradizioni musicali extraeuropee ad indirizzo indologico (canto indiano con Amelia Cuni) presso il Conservatorio Pedrollo di Vicenza. Ha studiato in India con diversi maestri tra cui Ritwik Sanyal, di cui ha pubblicato un’intervista sulla rivista Spectrum.

Ha inciso per la Giulia Records (Ricordi) e per Magie, musiche di Nuccio D’Angelo.?Nel 2010 ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento della Funzionalità vocale applicata di Gisela Rohmert presso l’Istituto Lichtenberg in Germania, dove continua a frequentare i seminari di aggiornamento. Insegna pianoforte principale presso il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, dove tiene anche un corso libero di psicofisologia del cantante e dello strumentista.

 

Pietro Calabretta ha studiato pianoforte e composizione con Walter Olmo. Dedicatosi successivamente al canto, è stato allievo di Rebecca Berg, William Mc Kinney, James Griffett ed ha frequentato corsi di perfezionamento con Alan Curtis, Montserrat Figueras e lo “Hilliard Ensemble”.

Contraltista, è attento esecutore dell’Ars Nova italiana, del Rinascimento e del Barocco. Ha tenuto concerti in Italia e all’estero.?Ha effettuato registrazioni per la Discoteca di Stato e sue interpretazioni sono state trasmesse dalla Radio Televisione Italiana e negli Stati Uniti in occasione di seminari di iconografia musicale.

Parallelamente, ha coltivato l’amore per il jazz, suonando il pianoforte in trio o in quartetto.?L’interesse per il testo cantato e recitato lo ha spinto a curare le traduzioni e gli adattamenti di alcuni melologhi. Nel 2013 ha pubblicato il romanzo La Saggezza del Marabù presso Fratini Editore. Nel 2012 ha realizzato in Firenze un’installazione avente come soggetto il rapporto cultura – effimero. Nel 2014 ha tenuto nella stessa città una mostra di pittura e scultura dal titolo La Neve, anche.

 

L’ingresso è libero.

Prossimo appuntamento martedì 4 marzo con Luigi Di Ilio e Andrea D’Agostino (pianoforte a quattro mani)

Per informazioni: 0532 207412 – http://www.conservatorioferrara.it.

 

Per essere costantemente informati sulle attività del Consercatorio di Ferrara è possibile iscriversi alla newsletter, contattando l’indirizzo produzioni@conservatorioferrara.it.

 

“Joyce Yuille Quartet”

Joyce Yuille – voce                                           Ares Tavolazzi – contrabbasso

                      Stefano Calzolari – pianoforte                          Mauro Beggio – batteria

 

 

Venerdì 7 febbraio si apre la rassegna musicale “Tutte le direzioni in Springtime” organizzata dal Gruppo dei 10 per animare la primavera ferrarese con concerti gratuiti dedicati al jazz ma non solo. Il primo fiore a sbocciare sul palco del ristorante Spirito in via Rondona 11d a Vigarano Mainarda sarà la splendida cantante americana Joyce Yuille accompagnata da un trio di musicisti straordinari quali Stefano Calzolari al pianoforte, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Mauro Beggio alla batteria.

Joyce Yuille, nata a New York, ha dimostrato fin dall’età di 10 anni fenomenali capacità canore che l’hanno portata a studiare in una delle più prestigiose scuole di New York, Fiorello Laguardia High School Of The Music & Performing Arts. La musica ha sempre rappresentato una parte fondamentale della sua vita e, nonostante l’esperienza di modella e indossatrice che la portò a viaggiare a Parigi e in Italia, anche la sua carriera di cantante è cresciuta al punto di portarla sul palco con i grandi nomi nazionali ed internazionali del panorama soul, jazz e pop. Ha lavorato con Gloria Gaynor, Randy Crawford, Donna Summer, Ron, Laura Pasini, Elio e Le Storie Tese, Ronan Keating, Toto Cotugno e ci fermiamo qui, anche se l’elenco sarebbe infinito. Il fatto di essere cresciuta tra il jazz della Grande Mela e l’ambiente delle chiese gospel, rende la singer capace di affrontare un repertorio che spazia dal jazz al gospel con intatta forza emotiva. La sua voce calda, raffinata, ricca di sfumature e dal timbro profondo sarà in grado di conquistare i gusti anche dei non appassionati del settore.

Ad accompagnarla in questo viaggio musicale dal jazz metropolitano all’energia tipica del gospel, ci penseranno le note del pianoforte del bravissimo Stefano Calzolari. Anche lui si è distinto per le sue doti musicali già in tenera età, iniziando a suonare il pianoforte da autodidatta all’età di 5 anni e proseguendo gli studi all’Accademia di Musica di Modena e di Composizione al Conservatorio di Modena. La sua carriera di pianista, compositore e direttore si è da sempre intrecciata con il jazz che l’ha portato a collaborare, tra gli altri, con Garrison Fewell, Norma Winstone, Gary Chaffee, Paolo Fresu, Ed Cherry, Carlo Atti, Massimo Manzi, Marco Remondini, Gianni Coscia, Michael Allen, Ronnie Jones, Cheryl Nicherson, Bobby Johnson, Geoff Warren, Rita Botto, Lalo Cibelli, Elisabetta Sacchetti.

Un’altra figura stimatissima nel panorama jazzistico italiano e che delizierà i presenti con le note del suo contrabbasso è il nostro concittadino Ares Tavolazzi. Innumerevoli sono le sue collaborazioni con i più celebri jazzisti mondiali quali Stefano Bollani, Enrico Rava, Francesco Guccini e Vince Tempera ma anche Sal Nistico, Max Roach, Lee Konitz, Phil Woods, Massimo Urbani, per citarne solo una minima parte. Da alcuni anni è componente fisso del trio di Danilo Rea, con Ellade Bandini, trio con cui si è esibito nell’edizione 2013 di “Direzione Comacchio”.

A completare il quartetto è l’inestimabile Mauro Beggio che ha iniziato a studiare la batteria quando aveva tredici anni frequentando la “Scuola Popolare di Musica Dizzy Gillespie” di Bassano del Grappa. Ora che di anni ne ha 44, si può dire che la sua carriera professionistica ha raggiunto un livello di qualità altissimo che l’ha portato ad alternarsi tra formazioni precostituite, come l’Enrico Rava Quartet e il trio di Enrico Pierannunzi, ed un’intensa attività di freelancer. Tra gli artisti italiani con cui ha suonato annoveriamo Franco D’Andrea, Stefano Bollani, Dado Moroni, Andrea Pozza e Sergio Caputo, mentre tra quelli stranieri spiccano Lee Konitz, Toots Thielemans, Kenny Wheeler, Franco Ambrosetti, Rachel Gould, Chris Rosenberg, Harvie Swartz, Sheila Jordan, Paul Bley, Glenn Ferris, Garrison Fewell, Mike Abene e Don Friedman.

Jazz ed atmosfera per un’imperdibile serata!

Cena alle ore 20.30 e a seguire concerto.

Per info e prenotazioni 3394365837.

 

A seguire il menù proposto per la serata.

 

Possibilità di cena-concerto al costo di € 30, escluse le bevande.

Accoglienza

Cocktail “Hugo” (Prosecco,Fior di Sambuco,Menta fresca,Soda) + Angolo rustico in abbinato

Bis di Primi Piatti

Tagliolini al fiocco di crudo in guanto di melanzane al forno e ricotta salata

Ravioli di patate ed erbe fini con julienne di guanciale,cipolla e scaglie di pecorino stagionato

Secondo Piatto

Filetto di maiale in fonduta di taleggio e gherigli di noci

Contorno

Insalatina con soncino e bruciatini di prosciutto all’aceto balsamico

Dessert

Tortino di mele renette con crema inglese e croccante di zucchero.

Cinema S.Benedetto

Programmazione settimana 6/14

Ven 7 febbraio ore 21:15
Sab 8 febbraio ore 21
Dom 9 febbraio ore 17:30 e ore 21

IL CAPITALE UMANO

Nazione: Italia
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 109'
Regia: Paolo Virzì
Sito ufficiale: www.repubblica.it/film/ilcapitaleumano/
Cast: Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni, Vincent Nemeth, Matilde Gioli, Gigio Alberti, Guglielmo Pinelli, Giovanni Anzaldo, Bebo Storti
Produzione: Indiana Production Company
Distribuzione: 01 Distribution

--

Cartoonia... e dintorni!
Dom 9 febbraio ore 15

PLANES

--
Cinema San Benedetto
Via Tazzoli, 11
44121 Ferrara
segreteria telefonica 0532 215932

Incontri all'Ariostea

Da settembre a giugno incontri, conferenze e dibattiti alla Biblioteca Ariostea.

  • martedì 4 febbraio, ore 17: Didattica in Archivio

    La scuola Matteo Maria Boiardo nelle carte d’archivio.  A cura di C. Mezzetti, B. Morsiani e A. Poli. Ne parlerà Livio Zerbini
    •mercoledì 5 febbraio, ore 16,30: Studi e Ricerche
    Antonio Orsini Selva, Enciclopedica Centese  A cura di Giuseppe Sitta. Con la presenza di Daniele Biancardi
    •giovedì 6 febbraio, ore 17: Il Presente Remoto 2014
    Le raffigurazioni dei terremoti. Immagini e immaginari della terra che trema. Roberto Roda dialoga con Emiliano Rinaldi
    •venerdì 7 febbraio, ore 17: La grande guerra e il Novecento europeo.  Emilio Gentile,La Grande Guerra e la storia del Novecento
    •lunedì 10 febbraio, ore 17: Le parole della musica. Fabrizio Festa, Natura
  • Ferrara – Biblioteca Comunale Ariostea – Via Scienze, 17
  • Ingresso: libero.