Al museo Archeologico di Stellata

Prosegue il ciclo dedicato ai “Weekend del museo”, con l’incontro pubblico organizzato per sabato 8 marzo. Alle 16,30 avrà luogo la conferenza sul tema: “Simposio alla greca: la ceramica attica a vernice di Adria”, a cura della dottoressa Carolina Ascari Raccagni. L’ingresso all’incontro, all’interno del museo civico e promosso da assessorato alla cultura, Associazione Bondeno Cultura e Gruppo Archeologico, sarà libero.

Cinema parrocchiali

Programmazione settimana 10/14

Ven 7 marzo ore 21:15
Sab 8 marzo ore 21
Dom 9 marzo ore 17 e ore 21

I SEGRETI DI OSAGE COUNTY

Titolo originale: August: Osage County
Nazione: USA
Anno: 2012
Genere: Drammatico
Durata: 119'
Regia: John Wells
Sito ufficiale: http://augustosagecountyfilm.com
Cast: Julia Roberts, Meryl Streep, Ewan McGregor, Andrea Riseborough, Chris Cooper, Juliette Lewis, Margo Martindale, Abigail Breslin, Dermot Mulroney, Misty Upham, Julianne Nicholson, Sam Shepard
Produzione: Jean Doumanian Productions, Smokehouse Pictures
Distribuzione: Bim Distribuzione

--
Cinema San Benedetto
Via Tazzoli, 11
44121 Ferrara
segreteria telefonica 0532 215932
PROGRAMMAZIONE DA SABATO 8
A LUNEDI' 10 MARZO

 CINEMA SANTO SPIRITO

TUTTA COLPA DI FREUD
di Paolo Genovese
Con: Marco Giallini, Alessandro Gassman, Claudia Gerini, Anna Foglietta, Vittoria Puccini, Vinicio Marchioni, Laura Adriani,
Genere: Commedia
Durata: 120 min.

 

SABATO
ORE 20,30 – 22,40

DOMENICA
ORE 18,20 – 20,30 – 22,40

LUNEDI’
ORE 21,00

Tre piccole donne, tre sorelle, vivono sotto lo stesso tetto insieme al papà (Marco Giallini) che alla bisogna è anche il loro terapeuta. Le figlie non disdegnano, il bisogno c’è, l’opportunità (leggi deontologia) meno: Marta (Vittoria Puccini) è una libraia che si innamora di un “cleptomane per giunta sordo” (Vinicio Marchioni); Sara (Anna Foglietta) una lesbica che, dopo l’ennesimo rapporto fallito con una donna, decide di tornare etero; Emma (Laura Adriana), una maturanda che ha perso la testa per un uomo (Alessandro Gassmann) che ha la stessa età del padre. Pane quotidiano per l’analista, amaro calice per un genitore, che si trova anche nella spiacevole situazione di aver preso una cotta per una bella signora (Claudia Gerini), maritata proprio con l’amante della figlia più piccola.

L’arte della commedia trova in Genovese un autore attento, non banale né volgare, archistar di storie sentimentali complesse, a più voci, lamenti, affanni. Cast sciolto, andante con brio, dal pensoso Giallini alla De Niro a Claudia Gerini che tiene in equilibrio due famiglie con classe, dal Gassmann in Cliché deduttivo, alle tre fanciulle quasi in fiore, la luminosa Vittoria Puccini e le brave Anna Foglietta e Laura Adrian.

“Avevo voglia di una commedia al femminile, una commedia romantica con un punto di vista nuovo, per una critica al mondo maschile”.

Donne a corte

8 marzo 2014

Ferrara – Castello Estense – Largo Castello

Il giorno della Donna, nell’ambito dell’iniziativa “Metti un Castello in primavera”, Itinerando organizza presso il Castello Estense una SPECIALE VISITA GUIDATA, per conoscere le vicende delle affascinanti donne della Corte Estense. Un’occasione per scoprirne i caratteri, le storie appassionanti, le originali personalità.

Al termine della visita, aperitivo mimosa in collaborazione con Orsatti Group.

Orari

Ore 17.00

Tariffe

13,00 euro comprensivo di ingresso, visita guidata e aperitivo.

Per le donne : 10,00 euro comprensivo di visita guidata e aperitivo (Ingresso al Castello gratuito)

Prenotazione obbligatoria.

Url dell’evento

http://www.itinerando.it

Rinasce la Roaring

Alfio Leprotti (tromba)

Bruno Fregna (sax alto e clarino)

Giacomo Scanavini (trombone)

Andrea Zardi (pianoforte)

Gianni Pampolini (chitarra e banjo)

Giordano Giordani (basso elettrico)

Corrado Marescotti (batteria)

 

La RoaringTwenties Jazz Band è pronta per far tornare in vita il jazz dei ruggenti anni venti al ristorante Spirito di Vigarano Mainarda in occasione del terzo appuntamento di “Tutte le Direzioni in Springtime”. Venerdì 7 marzo si riunisce infatti l’indimenticabile formazione che, sotto la guida di Giordano Balboni e Gino Neri, accompagnò la nascita e la successiva crescita del Jazz Club Ferrara. Per comprendere quanto sia eccezionale questa reunion, quindi, è inevitabile fare un piacevole tuffo nel passato nel panorama musicale estense degli anni 70.

Dopo due anni dalla nascita del Jazz Club Ferrara (allora Circolo Amici del Jazz) avvenuta nel 1977, Giordano Balboni, indimenticato trombonista e fondatore insieme ad Alessandro Mistri del sodalizio, diede vita a quello che per lui era un elemento fondamentale di esistenza del club: una jazz band. Da sempre dell’idea che il jazz, più che oggetto di rappresentazione, dovesse essere soprattutto suonato dagli appassionati che formavano l’associazione, riuscì in poco tempo a creare la Roaring Twenties Jazz Band.

 

Nel tempo i componenti originari del gruppo mutarono forzatamente per la prematura scomparsa di alcuni elementi portanti, come Franco Esposito, ma la Roaring continuò brillantemente la sua attività,cogliendo meritatissimi successi fino alla scomparsa di Giordano Balboni nel 1993, un lutto che portò inevitabilmente allo scioglimento della band. È facile intuire l’emozione nello scoprire che negli ultimi anni i musicisti della vecchia formazione, insieme ad altri artisti che si sono aggiunti, hanno fatto rinascere dalle ceneri la Roaring Twenties Jazz Band.

 

La band ferrarese troverà così un nuovo battesimo di pubblico,presentando numerose novità. Innanzitutto l’attuale formazione è ancora più nutrita della schiera precedente perché  accanto agli storici Alfio Leprotti (tromba), Bruno Fregna (sax soprano, sax tenore e clarino), Andrea Zardi (pianoforte),Corrado Marescotti(batteria), Giacomo Scanavini (trombone) e Giordano Giordani (basso elettrico), troviamo oggi anche Gianni Pampolini (chitarra e banjo).

Il secondo elemento di novità riguarda il repertorio: la band, per rimanere fedele al nome che porta, proponeva rigorosamente la musica degli anni 20. La nuova formazione, invece, eseguirà un repertorio più ampio, dagli anni ruggenti agli anni 40, per far conoscere al pubblico uno dei periodi più prolifici del panorama jazzistico, includendo standard evergreen, fino a brani di Duke Ellington e di altri famosi band leader.

 

La serata, però, non sarà dedicata solo alla musica ma si intreccerà anche con le immagini e le parole grazie alla presenza del critico genovese e firma illustre di Musica Jazz Giorgio Lombardi. Durante la cena verrà proiettato il suo video dedicato a Louis Armstrong e realizzato per il Museo del Jazz di Genova,mentre dopo cena presenterà, preceduto dalla proiezione di un breve filmato che ne racchiude tutte le tematiche, il suo libro “Hot Jazz. Da JellyRollMorton a Wynton Marsalis”. La presentazione del volume, considerato la più ampia retrospettiva sul jazz tradizionale che sia stata pubblicata in Italia, permetterà di immergersi fino in fondo nella musica e nella storia di quel jazz che Ferrara ha sempre dimostrato di apprezzare e di amare.

 

Cena alle ore 20.30 e a seguire presentazione del libro e concerto.
Menù Venerdì 7 Marzo
ACCOGLIENZA
Cocktail Mojito Martini (Martini Rosato, Menta, Zucchero di Canna, Acqua Tonica, Lime) e Angolo Rustico in abbinato.
PRIMO PIATTO
Cappellacci di Zucca tirati a mano al burro fuso provola affumicata e scaglie di mandorle
SECONDO PIATTO
Maialino da Latte al forno con erbe aromatiche e cognac deglassato ai mirtilli neri
DESSERT
Tortino di cioccolato dal cuore morbido con crema tiepida all’inglese
Il Menù e proposto a 30€ a persona esclusi i vini, coperto, acqua, caffè e concerto rimangono inclusi nel prezzo.

 

Per info e prenotazioni 3394365837.

Incontri su Matisse

Concerti e incontri di studio in occasione della mostra al Palazzo dei Diamanti dedicata a Matisse.

  • Venerdì 7 Marzo, ore 17.00: Il giovane Stravinskij e la Parigi di Matisse
    Introduzione a cura di Giuseppe Di Natale e Lorenzo Rubboli, racconto a cura di Nicola Badolato
    Ensemble del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara; Stefano Cardi, direttore

    ore 18.00 | apertura straordinaria della mostra fino alle 20.00 con ingresso ridotto per gli spettatori del concerto
  • Pinacoteca Nazionale Salone d’Onore – Corso Ercole I d’Este 21
  • http://www.palazzodiamanti.it

Danza a Cento

Domenica 2 marzo 2014, ore 21.00 al Centro Pandurera

ATER Danza
Matteo Levaggi
Balletto Teatro di Torino

Direttore artistico Loredana Furno

SERATA NYMAN / CIAIKOVSKIJ

 

Coreografie: Matteo Levaggi
Danzatori: Kristin Furnes, Manuela Maugeri, Viola Scaglione, Marco De Alteriis, Antonio Sisca, Vito Pansini
Assistente coreografo: Marco Bellone
Luci: Fabio Sajiz

 

Matteo Levaggi crea nel 2005 Drowning by Numbers per il Balletto dell’Arena di Verona, su musiche eseguite dal vivo di Michael Nyman. Riprende oggi il balletto riadattandolo agli straordinari danzatori del Balletto Teatro di Torino. Un pezzo musicale esplosivo, ricco di suoni e suggestioni, in cui far immergere una danza ben ancorata al vocabolario classico, come del resto è qui la musica, ma attraversata da un grande sentire contemporaneo.

Nella seconda parte, i due celebri balletti, nati dalla mente di Ciaikovskij tra il 1876 e il 1892, ancora oggi nel repertorio delle maggiori compagnie di danza del mondo, Il Lago dei cigni e La Bella Addormentata. Come riproporre oggi, in un’unica serata, una Suite di ognuno di questi grandi titoli del repertorio classico? Leggendo ciò che Ciaikovskij stesso dichiarò all’epoca di queste creazioni, con grande sicurezza e lucidità sullo stato di allora del balletto, cioè l’intenzione di abbandonare ogni idea realistica.