Concerto di Natale

Per il terzo anno consecutivo, Finale Emilia ospita la Young Musicians’ European
Orchestra, diretta dal maestro Paolo Olmi. Martedì 9 dicembre alle ore 21.00, nel Teatro
Tenda di viale Stazione i cittadini finalesi e tutti gli appassionati di musica potranno godere
dell’anteprima del Concerto di Natale che l’11 dicembre verrà proposto nella Basilica di
Santa Maria in Porto di Ravenna. Il concerto di Finale è a ingresso libero e viene
realizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, Banca Popolare dell’Emilia-
Romagna e Acer – Azienda Casa Emilia Romagna.
“Siamo felici di tornare nuovamente a Finale – ha detto stamane il maestro Paolo Olmi, nel
corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, a cui hanno partecipato
anche il sindaco di Finale, Fernando Ferioli, il vice sindaco Daniele Monari e l’assessore
alla Cultura, Massimiliano Righini – per iniziare a festeggiare con la città il Natale”.
La Young Musicians’ European Orchestra è formata da una trentina di giovanissimi e validi
musicisti dai 16 ai 28 anni – selezionati per chiamata e provenienti non solo dal
continente, ma un po’ da tutto il mondo – che ogni anno, per meno di una decina di giorni,
grazie alla collaborazione tra Emilia Romagna Concerti, Comune di Ravenna, Regione
Emilia Romagna e Pontificium Consilium de Cultura, suonano e vivono insieme, guidati e
coordinati dal maestro Paolo Olmi.
Il programma proposto per il Natale 2014 prevede tra l’altro la Meditation dalla Thais di
Massenet, il Concerto in mi maggiore per violino e orchestra di Bach, il Concerto in re
maggiore per tromba e orchestra di Telemann e la Simple Simphony di Britten. I solisti
saranno quest’anno il violinista cinese Jiafeng Cheng e il trombettista canadese Andrea
Dubelsten.

 

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

1 commento su “Concerto di Natale”

  1. LA SFOGLIATA

    La “sfogliata” o Torta degli Ebrei è il piatto tipico di Finale Emilia. È una torta salata di origini ebraiche, la cui ricetta rimase segretissima fino al 1861, quando Mandolino Rimini, figlio di Aronne, membro della numerosa comunità ebraica residente a Finale, si fece cristiano prendendo il nome di Giuseppe Maria Alfonso Alinovi. Egli, per vendicarsi dell’ostracismo dei suoi ex correligionari, non solo divulgò la ricetta di questa torta, ma cominciò a produrla e a venderla, inserendo però tra gli ingredienti lo strutto di maiale, alimento proibito agli ebrei.

    La “sfogliata”, che si presenta come una millefoglie salata, viene gustata principalmente in inverno. In particolare, la tradizione vuole che venga consumata il due novembre, giorno dei morti, accompagnata da un bicchiere di anicione, liquore tipico locale a base d’anice.

    È un vero e proprio cibo di strada che va gustato senza l’utilizzo di posate, avvolgendo un trancio bollente della torta in un foglio di carta gialla. Un tempo erano alcune rézdore finalesi che la preparavano e la vendevano, direttamente davanti a casa, su treppiedi di legno che, sotto alla teglia, avevano le braci per mantenere la sfogliata calda più a lungo; più recentemente diversi bar e forni cittadini hanno iniziato a produrla artigianalmente e a commercializzarla nei propri locali. Dal 2010, la Torta degli Ebrei è entrata a far parte del marchio della Camera di Commercio, “Tradizioni e Sapori di Modena”.

    La torta d’Abrèi

    Cus duvivi far i abrèi

    quand calava zo la sìra,

    incadnà dentr’in dal ghèt?

    Povra zènt! In Sinagoga,

    pò in cusina avsin al fogh,

    chi studiava la leziòn,

    chi do ciàcar da la fnèstra,

    chi pianziva in tun cantòn.

    E la marna: “Vliv la torta?”

    Al papa c’al fièva i cont.

    “Sa fuss véra. Fala granda”.

    Su la tavla, ròsa, alvàda,

    la sfuiada la s’avriva,

    “O che udòr” infurmaiada

    e la fièva dasmingàr

    la cadèna ach srava al ghètt.

    Cus duvivi far i abrèi

    quand calava zo la sìra?

    Tutt cuntènt magnar la torta

    e pò dòp, sòta ai linzò,

    dasmingàr d’essar abrèi

    e la vecia far di fiò.

    Pirin dal Final (Piero Gigli)

    http://www.finalenews24.it/cultura-e-spettacolo/tradizione-e-gastronomia/item/2479-la-festa-della-sfogliata-2014.html

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.