Centro Anziani a Scortichino

Le ex scuole di Scortichino cambiano destinazione d’uso, ora che il nuovo plesso antisismico per primarie e materne è pienamente funzionale. Per l’ex plesso scolastico, si apre invece un percorso in chiave socio-assistenziale, con una destinazione d’uso votata dal consiglio comunale di lunedì, che ne decreta la finalità sociale, come prossimo centro diurno. «L’Amministrazione aveva annunciato nella frazione di Scortichino che l’edificio, non più utilizzato per la didattica (dopo la costruzione della nuova scuola antisismica; ndr) sarebbe servito per finalità sociali, visto anche l’aumento medio dell’età della popolazione – spiega il sindaco facente funzioni, Cristina Coletti –. Il progetto – continua – si inserisce a pieno titolo in un progetto organico di rivitalizzazione dei centri urbani, come approvato da una delibera (la numero 120) dello scorso dicembre.» Cristina Coletti ha intrapreso una serie di incontri con operatori del settore, per sviluppare il progetto, che servirà «per rifunzionalizzare l’edificio, valorizzando il nostro patrimonio comunale.» Il progetto coinvolgerà tutto il quartiere interessato, mentre il futuro centro diurno assistenziale che nascerà nel plesso avrà un occhio di riguardo «per la popolazione anziana e le loro famiglie.» Le finalità assistenziali delle ex scuole erano state illustrate anche ai sindacati, in fase di presentazione del bilancio e, secondo il presidente del consiglio comunale, Fabio Bergamini, «rientra in un quadro complessivo di valorizzazione dei nostri progetti sociali. Il centro diurno si affiancherà all’offerta di soggetti attivi sul territorio (Exodus, Saman, L’Airone e il polo sociosanitario del Borselli; ndr). Le nostre risorse andranno anche in futuro nella direzione dell’aiuto dei soggetti fragili, con particolare attenzione ai nostri residenti storici, ed un potenziamento di servizi quali il trasporto sociale.» Nel frattempo, l’ex plesso scolastico ha cambiato da lunedì destinazione d’uso. Qualora nel progetto fossero coinvolti dei privati, un’apposita convenzione regolerà i criteri di utilizzo di immobili e dell’area.

Fonte: comune di Bondeno

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.