Camminando per Bondeno

Lo spunto per questo post me lo ha dato un servizio fotografico di un utente di FB che lamentava la presenza di una fogna a cielo aperto in una località di Bondeno

Bondeno
Viale Giacomo Matteotti

Ho voluto verificare ripercorrendo (lo potete fare anche voi con Google maps in modalità street view) lo stesso tratto partendo dall’incrocio con Marconi-G.Bruno in direzione stazione ferroviaria.
Si inizia subito con due abitazioni vuote, una a destra ed una a sinistra; sempre alla destra i locali abbandonati della ex-fiera, inseriti nel corpo di un supermercato che ha cambiato gestione di recente.

Parimenti abbandonato il deposito granaglie e l’ex- consorzio agrario, così come la casa immediatamente successiva; sulla sinistra, nell’area adiacente all’ex zuccherificio ( tuttora abbandonata) il fossato di cui si lamentava l’utente di FB.

Proseguendo sulla destra, altre case abbandonate e poi la vecchia stazione ferroviaria in condizioni peggiori di come la vedete nel rilievo di Google del 2010 e i treni vandalizzati  che vedete in un articolo precedente su questo stesso blog: http://bondeno.blog.tiscali.it/2015/09/21/incivilta/

Da qui, per raggiungere la nuova stazione, vi aspetta un chilometro e 300 metri da percorrere senza alcun riparo (ma con un autovelox ); niente deposito per biciclette, niente biglietteria, niente corse domenicali; solo (per fortuna) una navetta per gli studenti che frequentano il locale polo scolastico superiore.

Questo progressivo degrado mi è capitato di rilevarlo anche in altre località visitate di recente e le cause di fond0 (che non è il caso di elencare qui) cerchiamo di analizzarle da tanti anni su bondeno.com, di cui questo blog è un supplemento.

ph.Paolo Giatti

 

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

3 pensieri riguardo “Camminando per Bondeno”

  1. Nell’articolo si accenna di sfuggita all’Ente Fiera, già dimenticato; chi volesse ricordare un altro caro estinto (da aggiungere a Zuccherificio ed Ospedale) può leggere http://albo-pretorio-bondeno.blogspot.it/2013/10/che-fine-ha-fatto-il-centro-fiere.html
    e relativi 39 commenti (uno a caso di Riccardo Campi: Più che contabile la questione è strategica: cosa si voleva ottenere (svago per residenti, attrarre non residenti, generare indotto) è stato ottenuto e in quale misura? La contabilità per sua natura non risponde a questi quesiti.
    bondenocom18 ottobre 2013 09:48
    Concordo pienamente con Campi e aggiungo: la politica non è mera contabilità, ma richiesta di senso, non gestione del consenso).

    "Mi piace"

  2. Il ‘pacchetto’ di interventi prevede inoltre lavori di miglioramento a locali e impianti a uso pubblico. Seimila e cento euro sono dedicati alla rifunzionalizzazione della ludoteca di Spazio 29 di via Veneto. I locali saranno inaugurati tra poche settimane. La giunta consegna alla città una ludoteca più bella, più comoda, più confortevole e riscaldata a dovere. Quasi 33mila euro sono dedicati a lavori alla centrale termica della bocciofila. “Il pacchetto per il decoro urbano è uno dei segni dell’attenzione continua che riponiamo nella sicurezza e nella qualità della vita dei cittadini, a cui vogliamo consegnare strade, collegamenti, spazi e locali pubblici confortevoli, efficienti e sempre migliori. Il ‘piano’ luci dice inoltre di un’attenzione anche all’aspetto funzionale ed estetico: vogliamo un Comune bello, accogliente e sicuro”, dicono il sindaco Fabio Bergamini e l’assessore Marco Vincenzi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.