Dichiarazione dell'ex-sindaco di Finale

Dopo le tante critiche dell’attuale maggioranza sul lascito dell’ex giunta guidata da Fernardo Ferioli, il sindaco uscente si toglie qualche sassolino dalla scarpa. “Hanno voluto la bicicletta? Ora pedalino”, scrive in un testo diffuso su Facebook dal Pd di Finale Emilia come lettera aperta alla cittadinanza.
Ecco cosa dice.

“Non è facile amministrare, lo so bene! Molto più semplice sparlare ed infangare, senza una minima idea di cosa significhi aver preso un impegno con la propria comunità.
Non avevo nessuna intenzione di intervenire sulla nuova amministrazione di Finale Emilia, essendomi ritirato dalla vita politica per una serie di note questioni… ma sentirsi continuamente tirare in ballo come “pecora nera”, “ci ha lasciato solo dei debiti” “hanno tagliato tutto e ora tocca a noi rimediare” fino a “i milioni di euro d’avanzo 2015 non esistono”, allora mi sono detto che devo semplicemente ribadire come stanno le cose e sperare che finisca questo gioco di scuse e colpe…
Palazzi e la sua amministrazione possono evitare di lamentarsi teatralmente, perchè non è stato creato nessun tranello e non sono stati appositamente “svuotati i cassetti” e creati i problemi, perchè io avevo tutta l’intenzione di continuare ad essere il Sindaco della mia città per i prossimi 5 anni, andando a chiudere il percorso di ricostruzione post sisma, per cui i problemi che esistevano, non sono spariti con un semplice cambio di casacca nè sarebbero spariti per me. Il fatto vero è che era molto più semplice stare ai banchi della minoranza e mandare avanti un paio di persone a formulare denunce ed esposti per distruggere, non tanto la politica, quanto la persona. Ora le polemiche e le denunce danno fastidio, ma allora erano un valido metodo da “coltivare” e difendere.
avanzo-finale-emilia-fernando-ferioliAndando sui conti, dei quali il sindaco Palazzi e il suo gruppo ormai giornalmente si lagnano e attaccano, preciso che il “bilancio di previsione” non è una bilancio definitivo, è appunto, “di previsione” per cui parlare di tagli da me perpetrati ad inizio anno, senza ancora poter usare i fondi dell’Avanzo 2015, è una montatura assoluta, infondata e fuorviante. Tutto era stato già previsto e coordinato e sapevamo bene dove e come intervenire. Proprio sul punto “ AVANZO 2015” devo chiedere scusa, non erano 9 milioni di euro bensì 8,66 milioni di euro, milioni di euro certificati dagli uffici e dai revisori. Quindi l’“AVANZO 2015” esiste, come ci sono 21,7 milioni di euro di Debito, ancora alto certo, ma che al mio insediamento era di 34,7 milioni di euro. Inoltre devo rispolverare un accaduto di circa un anno fa, quando l’attuale sindaco e la sua giunta, allora minoranza, si sono molto arrabbiati e hanno attaccato su tutti i media, quando abbiamo saldato 2,5 milioni di euro in più di debito. Questo perchè, secondo loro, li dovevo spendere per la città ed ora, se avessi dato loro ascolto, si troverebbero altri 270mila euro di interessi in più da pagare ogni anno.
Noi avevamo un programma preciso su come affrontare il debito e il resto, ma è giusto dire che i fondi presenti non possono essere usati come un bancomat. Si può spendere solo attraverso le regole sempre più ferree della Pubblica Amministrazione, oltre a porre attenzione ai nuovi revisori, i quali, spaventati dalle note vicende, hanno richiesto di coprire crediti di dubbia esigibilità per quasi 2 milioni di euro, molto oltre le norme anche se l’attuale amministrazione può decidere diversamente. Ricordo che non sono più all’opposizione ma al governo della città. Come ricordo anche che quando ero Assessore alla Cultura partivo ad inizio anno sempre con pochi spiccioli per poi andarmeli a cercare in giro tra sponsor e Fondazioni, oltre ad affrontare molto altro lavoro quotidiano. Lo stesso restauro del Castello del 2009/10 è stato possibile grazie a sponsor da me cercati e trovati e non con fondi (allora inesistenti per lavori e restauri) del Comune, come anche Finalestense, Fiera, Festival Noir, Sfogliata, ecc…. E tanto si è fatto in questi anni di emergenza e distruzione, per cercare di non tagliare nessun servizio scolastico e sociale oltre a mantenere il più basso possibile la tassazione.
Inoltre, sull’accusa infamante che i progetti del terremoto non ci sono, sottolineo che se vogliono ripartire da zero lo possono fare, ma buttano all’aria anni di lavoro, non solo della giunta, ma anche di dipendenti comunali e uffici. Certo, sono decisioni loro che non c’entrano nulla con la vecchia amministrazione, ma il Centro Sportivo è già in fase esecutiva, e si vuole buttare via il progetto preliminare di Piazza Garibaldi (creato dall’ufficio Lavori Pubblici e definito ora “imbarazzante”), dopo che ho battagliato duramente per i fondi (1,5 milioni di euro). Magari vogliono fare un parcheggio sopraelevato (?) come diceva un loro vecchio e rottamato “leader” in consiglio comunale.
Ripeto, l’impegno è costante e durissimo, ma continuare a lamentarsi di nulla lo ritengo vile e indegno. Mia nonna mi ripeteva che “se volevi la bicicletta dovevi pedalare” e l’unica cosa da fare quotidianamente è proprio questa E’ finito il tempo del disfattismo, della “zizzania”, della denuncia contro la mia amministrazione; ora siete voi l’amministrazione, dimostrate cosa sapete fare per tutti noi e non solo per qualcuno o contro qualcuno! E vi auguro che non capiti mai nulla a voi, di quanto io ho subito in questi anni di amore totale per la mia Città e il mio Comune.
Buon lavoro.
Fernando Ferioli

The post “Hanno voluto la bicicletta? Ora pedalino”. L’ex sindaco Ferioli all’attacco della nuova Giunta appeared first on SulPanaro | News.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.