Cispadana

FERRARESI (M5S): SULLA CISPADANA SIAMO CON PALAZZI E CON IL CONSIGLIO COMUNALE DI FINALE EMILIA CHE HA ESPRESSO IL SUO “NO” ALL’AUTOSTRADA


Sul “no” all’autostrada Cispadana siamo con il Sindaco di Finale Emilia Sandro Palazzi e con quanto espresso dal consiglio comunale di Finale Emilia, siamo invece per sostenere una superstrada a scorrimento veloce, che è quella che stiamo attendendo da circa 50 anni e che non abbiamo mai avuto sul territorio modenese per colpa del Partito Democratico.

 

Fanno ridere le dichiarazioni del PD, come se 50 anni di ritardi sarebbero imputabili all’attuale sindaco Palazzi, reo di aver preso la posizione che doveva essere portata avanti da anni dal PD, ovvero quella di concludere l’arteria che collegava il ferrarese al modenese e che invece ha fallito, infatti solo il tratto di superstrada fino a Sant’Agostino è stato completato. Come ha ricordato in un recente confronto Patuzzi (Presidente ARC), se tornasse indietro non andrebbe nella direzione di un progetto autostradale, ma di una superstrada.

 

 

Un’altra balla del PD è che la superstrada non avrebbe collegamenti con l’Europa ed il mare, o che i soggetti disposti a finanziare una simile opera non ci sarebbero. Al momento nessun finanziatore si è fatto avanti per contribuire a all’autostrada, che rimarrà un tabù e rischierà di essere interamente pagata dalle tasche dei cittadini. Ma mentre la superstrada verrebbe a costare nella peggiore delle ipotesi 180/200 milioni, l’autostrada costerebbe quasi 2 miliardi complessivi, per non parlare dell’enorme impatto ambientale che avrebbe su un territorio già martoriato dall’inquinamento dell’aria e dalla cementificazione, con conseguente danno per l’agricoltura.

 

Confindustria e Unindustria devono capire che anche economicamente l’opera non si regge in piedi e servirà in gran parte come transito di altri, e quindi di fatto non aiuterà cosi come si vuol far pensare gli imprenditori della zona, a cui basta una superstrada a scorrimento veloce che possa collegarli meglio, ed è questa la direzione in cui si vuole andare.

 

Resta tutt’ora un mistero invece la posizione del Sindaco di Cento Fabrizio Toselli, oltre che a non aver mai risposto vigliaccamente al sottoscritto, si sta ponendo in modo irresponsabile e non sta tutelando la salute e la qualità della vita dei suoi cittadini a Roma il Sindaco sara prono ai soli interessi di chi questa autostrada la vuole costruire.
Di battaglia Toselli non ne farà come non ne ha mai fatte in tutti questi anni, puro fumo negli occhi che serve a far mostrare un finto impegno per rendere come dice lui “meno impattante” l’autostrada. Una pura fantasia di chi non sa di cosa sta parlando. Crede veramente che con osservazioni su galleria ed in parte trincea diminuirà l’impatto ambientale di questo progetto devastante? Crede veramente che i più grandi problemi per le future generazioni e cittadini saranno quelli elencati? La realtà è che non li sta tutelando, e per giunta senza uno straccio di motivazione. Invito quindi tutti i cittadini di Cento e frazioni, che hanno già risposto per l’invio di osservazioni contrarie all’autostrada, di inviare anche una diffida al Sindaco Toselli per le responsabilità che si sta prendendo con questa sua posizione.

 

 

Vittorio Ferraresi Deputato M5S

 

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

1 commento su “Cispadana”

  1. FERRARESI (M5S): “PROPOSTA M5S SU EQUO INDENNIZZO PER POLIZIA PROVINCIALE APPENA BOCCIATA DAL PD NEL DECRETO SICUREZZA”

    L’Associazione Italiana Agenti ed Ufficiali di Polizia Provinciale si è posta giustamente contro le discriminazioni nel ddl “Sicurezza urbana” tra agenti di polizia locale, dopo i recentissimi fatti di sangue avvenuti nel Ferrarese, a Portomaggiore, con l’uccisione della guardia volontaria Valerio Verri e il gravissimo ferimento con tre colpi di arma da fuoco dell’agente della polizia provinciale di Ferrara, Marco Ravaglia.

    Oltre a far pervenire alle famiglie e al Corpo di Polizia Provinciale la nostra vicinanza, non posso, da parlamentare che ha partecipato attivamente alla discussione del “Decreto Sicurezza” alla Camera dei Deputati, non denunciare che la proposta M5S di equiparare con l’equo indennizzo le polizie, ed in particolare la Polizia Provinciale, è stata appena bocciata dal PD, che ha permesso unicamente questo risarcimento alle vittime e alle famiglie della polizia municipale, rigettando al mittente la nostra proposta di applicarlo anche alla Polizia Provinciale. Sono proprio questi gli effetti nefasti di scelte sbagliate che non vorresti mai vedere, fino a che non succedono queste terribili tragedie, a cittadini che con spirito di servizio rischiano la loro pelle per la nostra, e a cui lo Stato garantisce poco o nulla.

    Spero vivamente che questo esempio di grosse responsabilità che questi coraggiosi cittadini si prendono possa servire per far cambiare idea alla maggioranza e al Governo, e che quindi l’equo indennizzo possa essere applicato senza più discriminazioni a chi difende il territorio e la nostra sicurezza.

    Vittorio Ferraresi

    Deputato M5S

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.