Risorse

FINALE EMILIA- Finale Emilia sotto shock per la violenta aggressione subita all’alba di venerdì dal barista del bar Il Castello.

Si tratta del bar, che ha anche la tabaccheria, che si trova in via Trento Trieste.

L’aggressione è avvenuta attorno alle 5.30 del mattino. In giro non c’era nessuno, è l’orario in cui aprono bar e giornalai. I malviventi hanno preso di mira il bar tabacchi probabilmente mirando all’incasso. Non di conosce ancora bene cosa sia esattamente accaduto, fatto sta che ad avere la peggio è stato il barista, violentemente picchiato.

È stato portato via in elisoccorso, ci sono preoccupazioni per la sua salute.

Sui fatti indagano i Carabinieri.

 

Articolo in aggiornamento

The post Finale Emilia, barista aggredito e pestato a sangue appeared first on SulPanaro | News.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

1 commento su “Risorse”

  1. FINALE EMILIA – Migliorano le condizioni di Gianfranco Guerra, il barista del bar tabacchi Il Castello di Finale Emilia che venerdì mattina è stato aggredito e ridotto in gravissime condizioni a colpi di martello in testa.

    L’uomo è stato sottoposto a un delicato intervento di ricostruzione delle ossa del cranio, e la riabilitazione sarà lunga, i medici non si sbilanciano sui tempi. Ma è fuori pericolo di vita.

    I Carabinieri aspettano che si riprenda per chiarire i contorni di quanto è accaduto all’alba dell’altro giorno nel laboratorio del bar. I militari hanno fermato un giovane di 20 anni di origini ucraine che ha ammesso di essere stato lui ad aggredire il barista. Si conoscevano perchè la madre andava ogni tanto a fare le pulizie in quel bar e lui stesso aveva fatto qualche lavoretto lì in passato.

    Il giovane ha spiegato che era andato al Castello per comprare le sigarette e la violenza sarebbe nata in risposta a un tentativo di approccio. Ne è sorta una colluttazione e il 20enne ha colpito il barista con la prima cosa che dice di aver trovato, un martello. Un eccesso di legittima difesa, secondo l’aggressore. Una versione ritenuta credibile dai Carabinieri, che infatti non arrestano il 20enne, ma lo denunciano e basta. E non per tentato omicidio, ma per il reato più lieve di lesioni gravi.

    Il ragazzo dopo l’aggressione ha preso un autobus ed è scappato a Bologna. Lo avevano visto dei testimoni mentre scappava dal bar, risalire alla sua identità, grazie all’intuito dei Carabinieri, è stato veloce. E’ stata chiamata la madre, che si è messa in contatto telefonico con il figlio consigliandogli di consegnarsi ai militari. Nel frattempo la chiamata è stata geolocalizzata e una civetta è andata a recuperare il giovane per portarlo nella Bassa.

    The post Barista preso a martellate a Finale, migliorano le condizioni appeared first on SulPanaro | News.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.