Luci in cielo

Una sequenza di luci in fila nella notte di Natale, ecco cosa è accaduto. Le hanno notate in molti, e c’è chi ha pensato a lanterne cinesi, sognando magari fosse la slitta di Babbo Natale. Ma non è così.
Si trattava infatti di una serie di satelliti che erano stati lanciati nei giorni scorsi e che proprio martedì pomeriggio sono stati visibili fin dalle 18.30 qui nella Bassa.

Spiega Marco Botti di ASA (associazione studi astronomici di Bondeno): “Abbiamo avuto molte segnalazioni di strani oggetti luminosi in cielo visti da tutto il Nord Italia. Dopo vari contatti con vari gruppi astrofili possiamo tranquillizzare chi ha potuto assistere al fenomeno anche qui da noi; si trattava di satelliti internet Starlink del miliardario americano Elon Musk. Anche stavolta – scherza – l’invasione aliena è scampata”
Le luci in fila nella notte di Natale erano dunque prodotte da una una serie di satelliti artificiali lanciati lo scorso 11 novembre dell’azienda aerospaziale americana SpaceX del miliardario Elon Musk. Sono molto più numerosi di quanto sembrano: sono circa 50, e hanno sfilato allineati in cielo nella notte di Natale per poi sparire alla vista, perché entrati nell’ombra proiettata dalla terra. Si tratta di uno dei lanci di una lunga sequenza, nell’ambito del progetto Starlink che punta ad “avvolgere” il globo di oltre 1.200 satelliti per la copertura Internet.

Rimarranno lì per lungo tempo, quindi non è escluso che il fenomeno delle luci in fila si riproponga

The post Una sequenza di luci in fila nella notte di Natale, ecco cosa è accaduto appeared first on SulPanaro | News.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.