Festa della mamma

Fonte: Annalisa Terranova

Oggi è un giorno di sofferenza per la dittatura della neolingua. Approfittiamone. Più in là nel tempo essere madre potrebbe diventare una forma di discriminazione. La famiglia con figli diventerà una rarità da circo Barnum. I single con le tartarughe il cagnolino il criceto e altri animaletti di conforto ricorderanno le madri in cielo. Quelle vive saranno sempre meno perché le donne progressiste laiche ed emancipate si godranno la libertà di non figliare. Ma anche quelle che ci faranno un pensiero dovranno fare i conti con governi che investono sui bagni gender free e sulla giornata contro l’omotransfobia e non su quel cascame che un tempo si chiamava conciliazione dei tempi per le donne. Insomma io festeggio. Ho fatto due figli e ciò ha certo influito anche sulla mia storia professionale. Quindi mi festeggio due volte. Senza rimpianti e con la speranza che anche i miei figli possano costruire una famiglia. Dove vi siano amore e rispetto ma anche figli. Che non sono un ostacolo ma un dono. Viva le mamme.

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/oggi-e-un-giorno-di-sofferenza-per-la-dittatura-della-neolingua

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

2 pensieri riguardo “Festa della mamma”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.