Ariostea

Un’estate in biblioteca con buone letture, musica e ballo

Quest’ultimo mese d’estate riserverà ai frequentatori delle biblioteche ferraresi alcuni eventi di particolare interesse.
Si comincerà il 12 agosto con la “Maratona di lettura” della Bassani, per proseguire il 21 e il 24 agosto in Ariostea con due serate fra il musicale e il danzante e finire all’inizio di settembre in Sala Ariosto con la mostra dedicata a Dante Alighieri nell’anno del 700esimo anniversario dalla morte.
Fra un appuntamento e l’altro nel giardino di Palazzo Paradiso proseguiranno, per i più piccoli, le “Storie sotto l’Albero” organizzate dalla Biblioteca Casa Niccolini e, per i grandicelli, un corso di uncinetto.
Iniziative molto diverse fra loro ma accomunate dal desiderio di trascorrere in compagnia alcuni momenti di serenità dopo un periodo così travagliato.
Buon agosto di cultura e divertimento.
Ecco i dettagli delle varie iniziative:

Biblioteca Ariostea

Telefono Tel. 0532 418200 – Indirizzo Via delle Scienze, 17 – 44121 Ferrara – Emailinfo.ariostea@comune.fe.it

EventiSabato 21 agosto alle 21 nella corte interna

​TANGHITUDINE

Danza, poesia e racconti di tango

Una serata interamente dedicata al tango argentino, rappresentata dai ballerini e insegnanti Cristina Garbini, Claudio Andreoni, Linda Galleran, Michele Andreoni e dai tangueros della scuola “Sogni di Tango”  Giovanna Mannella e Cristian Mingardi, Sara Lamborghini e Massimo Leccese,  Valentina Mirelli e Andrea Magnani,  in compagnia della voce narrante di Roberto Agnelli e Debora Bruni.
Lo spettacolo, nella splendida cornice di Palazzo Paradiso, toccherà i temi più rappresentativi del tango e condurrà il pubblico in un viaggio che attraverso racconti, aneddoti, poesia e danza esplorerà il tango e le sue tante espressioni.

Serata ad ingresso libero.
In ottemperanza alle disposizioni anti-covid, l’accesso sarà consentito fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Informazioni: Biblioteca Ariostea – Via Scienze, 17 tel. 0532 418200 info.ariostea@comune.fe.it

EventiMartedì 24 agosto alle 21 nella corte interna

NIAMH – a taste of Celtic Harp

Concerto di arpa celtica di Irene De Bartolo

Saranno le ancestrali melodie dell’arpa celtica a tenere compagnia ai cittadini ferraresi che vorranno approfittare dell’opportunità di assistere, martedì 24 agosto alle 21 nel cortile di Palazzo Paradiso, al concerto di Irene De Bartolo. L’arpa celtica è tra gli strumenti antichi, uno tra i più completi, perché permette di eseguire insieme sia la melodia che l’accompagnamento e Irene De Bartolo è considerata una delle interpreti più versatili e coinvolgenti. L’arpista ferrarese, dopo un Diploma vecchio ordinamento in Arpa Classica e una Laurea in Musica da Camera, ha conseguito nel febbraio 2021 la Laurea in “Arpa celtica”, prima Italiana ad ottenere questo titolo. Lo spettacolo sarà l’occasione perfetta per ascoltare il suo nuovo album di musica celtica, che raccoglie alcuni dei bra ni più significativi e virtuosistici di questo particolare percorso di studi. NIAMH – a taste of Celtic Harp ,è il titolo del suo ultimo lavoro. Niamh è un nome della mitologia irlandese e celtica, il nome della figlia del Dio Mare, ed è anche un nome proprio di persona femminile irlandese che significa “brillantezza”, “lucentezza”. Durante la serata il pubblico sarà accompagnato in un piccolo viaggio attraverso la cultura celtica e la sua musica.

Serata ad ingresso libero.
In ottemperanza alle disposizioni anti-covid, l’accesso sarà consentito fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Informazioni: Biblioteca Ariostea – Via Scienze, 17 tel. 0532 418200 info.ariostea@comune.fe.it

Mostre2 settembre 2021 – 2 febbraio 2022

Esposizione di manoscritti, antiche edizioni e opere artistiche del “Viaggio” dantesco alla Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara

A cura di Mirna Bonazza, responsabile U.O. Biblioteche del Comune di Ferrara, e di Sandro Bertelli, docente di Paleografia e di Codicologia all’Università di Ferrara.

Inaugurazione: giovedì 2 settembre ore 17
Ferrara, Palazzo Paradiso, Biblioteca Comunale Ariostea, Sala Ariosto – Sala Carli

In occasione del VII centenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021), la Biblioteca Comunale Ariostea e l’Università degli Studi di Ferrara hanno promosso una mostra di opere dantesche dal titolo: Esposizione di manoscritti, antiche edizioni e opere artistiche del “Viaggio” dantesco alla Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara.
 
Dalle preziose raccolte della Biblioteca Comunale Ariostea una selezione di incunaboli, manoscritti, edizioni antiche e moderne, la maggior parte delle quali mai esposta. La mostra mette in luce il percorso dell’opera dantesca, a partire dalla più antica documentazione conservata risalente al Trecento, sotto il profilo librario, documentario e iconografico. L’esposizione si apre con gli incunaboli della Comedia, il più antico dei quali risale al 1477-1478; seguono esemplari del 1491, 1493, 1497 corredati da xilografie, vignette e illustrazioni a piena pagina. Trovano posto nelle vetrine anche rare cinquecentine quali: Le terze rime di Dante, Venezia, Aldo Manuzio, agosto 1502, Danthe Alighieri fiorentino historiado, Venezia, Bartolomeo Zani, 17 giugno 1507. Presente il noto sonetto di Dante, Guido i’ vorrei che tu e Lapo ed io, in un codice in lingua francese della prima metà del Trecento che contiene Le livre dou treçor di Brunetto Latini. Del cesenate Jacopo Mazzoni, la Difesa di Dante in un manoscritto del sec. XVII. Un’edizione particolare della Commedia tradotta in latino dal gesuita Carlo D’Aquino, in tre volumi, stampata a Napoli da Felice Mosca nel 1728, proveniente dalla Biblioteca del Collegio della Compagnia di Gesù di Ferrara. Delle tante edizioni ottocentesche della Commedia se ne sono selezionate alcune con apparato illustrativo calcografico (Firenze, all’Insegna dell’Ancora, 1817-1819; Firenze, presso la Tipografia del Vulcano, nel 1846). Dalle collezioni artistiche dell’Ariostea anche un busto di Dante della Manifattura di Signa dei primi del Novecento.
Una sezione della mostra è dedicata all’iconografia dantesca con illustrazioni provenienti dalla collezione dei disegni del ferrarese Franco Morelli, interprete artistico della Commedia, prestate dai Musei Civici del Comune di Cento.
 
La mostra è stata curata dalla dott.ssa Mirna Bonazza, responsabile U.O. Biblioteche del Comune di Ferrara, e dal prof. Sandro Bertelli, docente di Paleografia e di Codicologia all’Università di Ferrara.
Rientra in un progetto regionale che coinvolge archivi e biblioteche dell’Emilia-Romagna ed è stata promossa dal Servizio Patrimonio culturale della Regione e dalla Società Dantesca Italiana.

Scarica  DANTE e la Divina Commedia in Emilia Romagna INVITO   

Educazione civica

Insomma, la Costituzione non è oggi il punto in cui si riconosce il popolo e quindi non può nemmeno funzionare come strumento per individuare il limite dei poteri delle pubbliche autorità. Non si tratta della solita questione del carattere ‘mobile’ del limite (mobilità dovuta al cambiare dei tempi etc etc) quanto della sua indeterminabilità. Tra le molte, mi sembra interessante la posizione del prof. Azzariti che, pur sostenendo la legittimità del green pass, in modo inconsapevole (credo), coglie il punto fondamentale della questione: il rispetto della proporzionalità e della ragionevolezza. “Un aspetto, quest’ultimo, assai delicato poiché applicare questi principi naturalmente elastici in una situazione ove le evidenze scientifiche e fattuali sono assai dubbie e in continuo mutamento lascia un margine non irrilevante di indeterminatezza.”In una situazione non chiara e in continua evoluzione le autorità pubbliche dovrebbero agire, di conseguenza, nel modo meno invasivo possibile. Il parlamento e i partiti che vi siedono dovrebbero vigilare proprio su questo. Rispetto a questi temi infatti non si può pensare che debba intervenire la Corte Costituzionale ed è quindi inutile lamentarsi dell’incostituzionalità di queste misure ma spetta – sarebbe spettato – ai partiti trovare il punto di equilibrio tra queste misure e i diritti dei cittadini.Si tratta di una questione massimamente Politica. La Tecnica non è infatti in grado di sostituire i partiti nella determinazione di cosa è giusto e di cosa non lo è. Senza i partiti rimane solo il rumore di fondo del chiacchiericcio inconcludente e via via più violento tra moralisti “benpensanti” e il resto della popolazione.

RI Editoriale quotidiano del giorno 31/07/2021

Stefano Rosati

Riconquistare l’Italia

Studio USA

Adesso però cominciano ad arrivare dati presi sul campo, ovvero nelle scuole i quali danno un risultato assolutamente paradossale: portare mascherine  invece di diminuire i contagi li aumenta. Ecco due tabelle una dedicata agli studenti e l’altra al personale scolastico che condensano i risultati di uno studio condotto dalla Brown University su una serie di scuole americane (cliccare sulle immagini per ingrandirle).

Come si vede sono state esaminate scuole in cui c’era l’obbligo delle mascherine (in blu)  e scuole dove invece non si portavano (in rosso): bene il rateo di infezioni è molto minore in queste ultime sia per gli alunni che il personale.

https://ilsimplicissimus2.com/2021/07/26/smascherate-le-mascherine-153458/

Matilde Basket

Fin dal 1970 / 1971 quando da una costola della 1^ A del Liceo Scientifico di Bondeno, dalla passione, costanza e competenza di storici dirigenti come Attilio Benetti – all’epoca già coordinatore di educazione fisica nell’allora Provveditorato agli studi di Ferrara – Mario Benea e Franco Naldi, si costruirono le fondamenta della pallacanestro locale anche con un ramo femminile. Un movimento cestistico le cui radici risalgono addirittura alla fine degli anni ‘Trenta del secolo scorso: e nel secondo dopoguerra oltre all’iscrizione di una squadra maschile in serie C, pure una compagine femminile anch’essa militante nella Terza serie nazionale, unitamente a future “piazze” storiche del basket rosa!!

da Facebook

Una foto d’archivio gentilmente concessa tanti anni addietro dalla stessa società ne coglie i primi tratti a70! L’allenatore, era Antonio Pozzati, in seguito anche presidente del Comitato Nazionale Allenatori a livello centrale in due mandati (l’ultimo dal 2001 al 2009) poi inserito pure nel ristretto lotto dei tecnici benemeriti della Federbasket. Poi le prime avventure agonistiche nella Palestra di via Manzoni, all’interno del plesso scolastico inaugurato nel 1968. Tanto tifo, tanti supporter, tanto divertimento e spensieratezza! Ricordando anche coloro che fin dal trentennio precedente la fondazione hanno coltivato in loco il seme della palla a spicchi”!!Come sempre Forza Matilde!!!(Foto: Un ringraziamento speciale alla famiglia Benetti che anni addietro ci aiuto ad identificare i presenti …!!) …In basso da sx: Romano Gamberini, Giovanni Grazzi, Paolo Castaldini, Sergio Benea, Daniele Galliera;Da sx in piedi: Nevio Bonini, Massimo Malaguti, GianCarlo Ferrari, Paolo Caselli, Fabio Sabbioni. Coach: Antonio Pozzati

Giardino per tutti

La rassegna animerà l’estate del quartiere Gad fino a settembre inoltrato con manifestazioni culturali, eventi sportivi, cinema, teatro e spettacoli per bambini. La kermesse comincia con “Tra colto e popolare” Generi Altrimenti Declinati, iniziativa curata da Jazz Club Ferrara per Consorzio Wunderkammer, con il sostegno di Anci e della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Mercoledì 21 luglio, ore 21.30
“Tra colto e popolare. Generi Altrimenti Declinati”
Yamandu Costa, chitarra sette corde
http://www.jazzclubferrara.com –  Ingresso gratuito. È fortemente consigliata la prenotazione tramite app Eventbrite23, 24 e 25 luglioCarino Festival Dalle 14:00 alle 18:00 > attività pomeridiane in fase di definizione >Venerdì 23 luglio, dalle ore 19.00: Colombre – Nicolò Carnesi – Emma Nolde Prenotazione gratuita su Eventbrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-carino-colombre-163326912191 >Sabato 24 luglio, dalle ore 19.00: Bombino con Adriano Viterbini – Banadisa Prenotazione gratuita su Eventbrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-carino-bombino-adriano-viterbini-163226550005 >Domenica 25 luglio, dalle ore 19.00: gazebo penguins – Fanelli Demolizioni Prenotazione gratuita su Eventbrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-carino-gazebo-penguins-163406052903 Info: facebook.com/officinameca
Sabato 24 luglio, ore 18.00“Un’estate insieme ai burattini”
– Il rapimento della principessa Annabella A cura della Compagnia Città di Ferrara Ingresso libero Info: 338-8405511 http://www.burattini-ferrara.it
Lunedì 26 luglio”Città in pellicola” – Manhattan
chiusura prenotazioni online 19:30 / apertura porte 20:30 / inizio proiezione 21:30 Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su Eventbrite: https://bit.ly/2TluGScInfo: tel 0532 241419
Venerdì 30 luglioOre 18.30
peso ufficiale in pubblico e presentazione atleti Ore 21.00 inizio degli incontri Rumble under the Towers interregionale di boxe olimpica a cura di Costantino Boxe Manifestazione di pugilato olimpico che vedrà l’esibizione degli atleti della Costantino Boxe. Evento clou: Marcello Matano vs Luka Leskovic sulla distanza delle 6 riprese. Ingresso gratuito Info: email a costantinoboxe@libero.it


Sabato 31 luglio, ore 21.30

“Tra colto e popolare. Generi Altrimenti Declinati”
Kevin Hays, pianoforte e voce
http://www.jazzclubferrara.com – Ingresso gratuito. È fortemente consigliata la prenotazione tramite app Eventbrite

Sabato 31 luglio, ore 18.00
“Un’estate insieme ai burattini” – Burattini Tim.Tum.Tam.
A cura della Compagnia Città di Ferrara
Ingresso libero
Info: 338 8405511 http://www.burattini-ferrara.it

Lunedi 2 agosto
“Città in pellicola” – Lost in translation
chiusura prenotazioni online 19:30 / apertura porte 20:30 / inizio proiezione 21:30

Lunedi 9 agosto
“Città in pellicola” – Vacanze Romane
chiusura prenotazioni online 19:30 / apertura porte 20:30 / inizio proiezione 21:30

lunedì 23 agosto
“Città in pellicola” – La città incantata
chiusura prenotazioni online 19:30 / apertura porte 20:30 / inizio proiezione 21:30

Mercoledì 25 agosto, ore 21.30
“Tra colto e popolare. Generi Altrimenti Declinati”
Gabriele Mirabassi, clarinetto:; Simone Zanchini, fisarmonica

sabato 28 agosto
Music Road – concerti

domenica 05 settembre
Music Road – concerti

Venerdi 10 settembre
Ferrara Piano Festival

sabato 11 settembre
Ferrara Piano Festival

domenica 12 settembre
Cerimonia di Chiusura – Ferrara Musica

CALENDARIO IN VIA DI DEFINIZIONE

Info: Centro di Mediazione Tel. 0532-770504 email centro.mediazione@comune.fe.it

Recupero fiera

Da questa sera, venerdì 16 luglio, prenderà il via la seconda edizione dell’Unlock Festival – Festa d’Estate, l’evento in Viale della Repubblica a Bondeno che si propone di raccogliere e di restituire in pillole i principali festival del territorio matildeo.

Sarà una tre giorni di eventi per giovani e famiglie, nonché per tutti gli appassionati degli spettacoli del territorio: Bundan Celtic Festival, ReWoodstock, Kalibù, Tri dì in mota. Main sponsor dell’evento, la multiutility Hera. Venerdì sera, sul palco andranno in scena le musiche del ReWoodstock e del Kalibù. Sabato 17, invece, sarà la volta del Bundan Celtic Festival e ancora del Kalibù. Domenica 18, infine, Tri dì in mota e Kalibù saranno le pillole di eventi organizzate in Viale della Repubblica. L’inizio delle serate è fissato alle ore 20 per venerdì e sabato, mentre l’evento inizierà già dal pomeriggio (15.30) nella giornata di domenica.

«Sono contento della grande disponibilità al dialogo che ho trovato da parte di tutte le realtà coinvolte – commenta il sindaco di Bondeno, Simone Saletti –. Questa manifestazione collegiale permetterà di mantenere vivo l’entusiasmo: è finalmente giunto il momento di riappropriarci davvero dei nostri spazi all’aperto e di sostenere la cultura del territorio. Ringrazio quindi tutte le realtà che, insieme, hanno organizzato l’evento – chiosa il sindaco –: dall’organizzatore del Kalibù (Officina Design Cafè, ndr), ai food truck e all’Associazione Culturale Strabilia, passando per il supporto tecnico fornito da Ks, per la sicurezza gestita da Top Secret e dalle forze dell’ordine, per l’assistenza sanitaria di Croce Rossa, e naturalmente per il fondamentale sostegno pervenuto da Hera».

Di seguito, il programma delle tre serate con tutti gli artisti che si esibiranno.

Unlock 3
Condividi il contenuto su Facebook

2 giugno

Ma le celebrazioni quest’anno non si limiteranno agli eventi in presenza, dal momento che sul sito web del Comune e sulla relativa pagina Facebook verranno caricati numerosi contributi audiovisivi. «In particolare – commenta soddisfatto il sindaco – i cittadini potranno visionare tre contributi del nostro storico locale Edmo Mori, che racconterà i fatti del 2 giugno, esaminerà il contesto socio-economico dell’epoca, e descriverà con immensa lucidità la società bondesana del secondo dopoguerra. Inoltre, sempre online verrà caricato il video sui valori della democrazia realizzato dal Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze in collaborazione con Spazio29/La Locomotiva. Si tratta di un prodotto in cui gli stessi giovani hanno curato tutte le fasi della produzione: dalla creazione della storia alla regia, passando per la recitazione. Il risultato – conclude Saletti – è un bel viaggio all’interno della storia e della democrazia. Per questo settantacinquesimo anniversario, cerchiamo quindi di dare a tutti i cittadini la possibilità di assistere alle celebrazioni, adottando formule sia tradizionali sia moderne».

http://comunebondenofe.it

Malattie incurabili

Anna Lombroso per il Simplicissimus

C’è un vaccino molto precedente  a quello del vaiolo, somministrato da secoli e che continua a ottenere i risultati sperati grazie anche ai suoi innumerevoli desiderati effetti collaterali.

Si tratta di quello che ci rende immuni a quella ricerca della verità, che potrebbe essere una malattia genetica,  contrastata dal potere che trova sempre nuovi “preparati”  per renderci insensibili alla menzogna, tolleranti dell’artificio, soggiogati dal  nascondimento, per conformismo, ricatto, paura o interesse. Tanto che anche quando l’intrigo è scoperto, la bugia è lampante, il suo movente esplicito,   la nostra reazione istintiva è la rinuncia apatica a ogni reazione di protesta e ribellione, quando non addirittura l’avversione nei confronti di chi vorrebbe svegliarci dalla narcosi pubblica.

leggi tutto su https://ilsimplicissimus2.com/2021/05/30/151561/