Povera e nuda vai filosofia!


Quando si arriva a una certa età ci si accorge che i problemi di oggi sono nella natura umana, rilevati e discussi in molte altre occasioni, ma mai risolti; un esempio?

La gola e ?l sonno e l?oziose piume
hanno del mondo ogni vertù sbandita,
ond?è dal corso suo quasi smarrita
nostra natura vinta dal costume;
et è sì spento ogni benigno lume
del ciel, per cui s?informa umana vita,
che per cosa mirabile s?addita
che vòl far d?Elicona nascer fiume.
Qual vaghezza di lauro? qual di mirto?
– Povera e nuda vai, Filosofia –
dice la turba al vil guadagno intesa.
Pochi compagni avrai per l?altra via;
tanto ti prego più, gentile spirto,
non lassar la magnanima tua impresa.

La fonte?
FRANCESCO PETRARCA-CANZONIERE-RERUM VULGARIUM FRAGMENTA
codice Vaticano 3195
In vita di Madonna Laura- libro I- sonetto VII

Riferimenti: giornate della cultura

Videoconferenza


Come si dice di solito in questi casi, c’è una notizia buona e una cattiva: quella buona è che a Bondeno abbiamo finalmente una sala conferenze degnamente attrezzata; prova ne sia che, durante le Giornate della cultura, siamo riusciti a collegarci in video-conferenza con Bergamo, proiettare film in DVD, fare presentazioni.
Quella cattiva è che non c’è un operatore per l’impianto, il che significa che tutto è affidato allo sperimentalismo di chi, di volta in volta, affitta la sala.
In questo modo, considerando anche lo scarso rispetto che si ha per la cosa pubblica, considerata abitualmente cosa di nessuno, quanto durerà l’impianto?
Mi si obietterà che la sala è concessa previa assunzione di responsabilità, ma, per attribuirla, si dovrebbe controllare ogni volta (prima e dopo) il funzionamento di ogni singola apparecchiatura e la presenza di ogni componente.
A questo punto la figura di un operatore tecnico responsabile, mi sembrerebbe la cosa migliore.
Riferimenti: Silvia Bernardini

Cinema a Bondeno


Nei giorni scorsi, come circolo “Fuori Quadro”, abbiamo avuto un incontro col responsabile della struttura ex-cinema Argentina, Daniele Biancardi, che ci ha confermato quanto già detto dall’assessore Aleotti. In pratica il Comune di Bondeno paga l’affitto e le utenze (gas, acqua, luce) e la gestione della sala viene coordinata da Biancardi (attualmente assessore alla cultura al Comune di Cento).
In particolare è prevista una serie di concerti e sono in corso trattative per una stagione teatrale; per il cinema la gestione appare ancora antieconomica (vedi in proposito la posizione del circolo al link indicato); ad ogni modo si cerca una cassiera in vista della riapertura (annuncio pubblicato nella bacheca del municipio).

Riferimenti: il cinema Argentina