Festival delle Basse

A sud della provincia di Padova, tra i Colli Euganei e il fiume Adige, esiste ancora una parte di campagna incontaminata, dove il tempo sembra scorrere più lentamente e dove la terra scandisce, attraverso colori e profumi, il passaggio delle stagioni. Questi territori, attraversati da una fitta rete di corsi d’acqua e disseminati di antiche chiesette e monasteri, ville patrizie e borghi, sono ancora oggi capaci di raccontare la propria secolare cultura e storia.

 

Qui, nell’ex Monastero di San Salvaro a Urbana (PD) – edificio risalente all’XI secolo d.C., che oggi ospita il Museo delle Antiche Vie – si svolge dal 5 al 7 giugno 2015 la prima edizione del Festival delle Basse.

 

Il Festival delle Basse è promosso dal Comune di Urbana e reso possibile grazie al sostegno della Regione Veneto – Assessorato alla cultura. Il progetto – patrocinato da Padiglione Italia – Expo Milano 2015, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Unioncamere Veneto, Provincia di Padova, Provincia di Verona e Provincia di Vicenza, e realizzato insieme ai Comuni di Barbona, Casale di Scodosia, Masi, Merlara, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale, Montagnana, Saletto, Santa Margherita d’Adige, Sant’Urbano, Vighizzolo d’Este, Villa Estense in provincia di Padova, ai Comuni di Terrazzo, Pressana e Bevilacqua in provincia di Verona e al Comune di Pojana Maggiore in provincia di Vicenza – è, inoltre, realizzato grazie al contributo di Bcc Crediveneto e Consorzio di Tutela del Merlara D.O.C., e in collaborazione con Padova Promex – nell’ambito del progetto Come to Padova and Discover Expo 2015 – e Consorzio DMO Padova – Destination Management Organization.

 

Il Festival vuole essere un momento di incontro e approfondimento, ma anche un’occasione per riscoprire alcuni piccoli gioielli del patrimonio artistico e storico dei territori che si trovano in queste aree a sud delle province di Padova, Verona e Vicenza, storicamente identificate come “basse”. La manifestazione si articola in tre giornate di appuntamenti con gli autori, concerti, spettacoli e laboratori, alle quali fanno da cornice chef e produttori locali che presentano le eccellenze dell’enogastronomia di prossimità.

 

Si parte la sera di venerdì 5 giugno all’insegna del gusto e della promozione territoriale, con una cena itinerante realizzata a più mani da chef, agricoltori e produttori chiamati a interpretare le materie prime locali in una serie di piatti che uniscono qualità e innovazione accompagnando il pubblico in una passeggiata attraverso la storia e le tradizioni di questi luoghi. Ospiti d’eccezione Fede&TintoFederico Quaranta e Nicola Prudente conduttori della trasmissione radiofonica dedicata all’enogastronomia Decanter in onda su Rai Radio2 – e il poliedrico Andy Luotto.

 

Nella giornata di sabato 6 giugno l’appuntamento è a partire dalle 18 con Roberto Corradi, scrittore e commediante, che presenta Il libro coniglio – un divertente esperimento letterario nato con gli ascoltatori della trasmissione di culto di Radio2 Rai, Il Ruggito del Coniglio – e, a seguire, con il fotografo e regista Simone Falso e la presentazione del progetto FuoriRotta, di cui è cofondatore insieme a Matteo Calore e al regista Andrea Segre.

 

Alle 22 è, invece, il momento della musica con Ex Live di Giancarlo Onorato e Cristiano Godano – noto leader dei Marlene Kuntz – un concerto di grande intensità emotiva ed energia sonora che partendo dalle pagine del romanzo di Onorato, porta live brani di artisti internazionali. A seguire, i musicisti Vincenzo Vasi e Valeria Sturba presentano OoopopoiooO, un suggestivo progetto musicale con theremin, voci, violino ed elettronica, a cavallo tra pop e sperimentazione sonora.

 

Chiude la serata la performance teatrale Habitusmali, nata da un’idea del regista Matteo Tarasco e frutto di un workshop della durata di 3 giorni ospitato all’interno del Museo, che coinvolge un gruppo di 14 attrici.

 

Apre il pomeriggio di domenica 7 giugno alle ore 15 lo spettacolo per grandi e piccoli Io sono un ladro di bestiame felice di Gek Tessaro.

A seguire doppio appuntamento con la letteratura. Alle ore 16.00 salgono sul palco gli scrittori Marcello Fois – che presenta in anteprima il suo ultimo romanzo Luce Perfetta in uscita a giugno – Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli per un chiacchierata-intervista condotta da Massimo Cirri, storico conduttore della trasmissione radiofonica Caterpillar in onda su Radio2 Rai. A seguire, alle ore 18.30, Vinicio Capossela presenta il suo romanzo Il paese dei coppoloni – finalista al Premio Strega 2015 – il racconto evocativo di un viaggio nel passato, a metà strada tra mito e realtà, ambientato nella terra di origine dei genitori dell’artista, l’Irpinia.

Chiude il programma della giornata il concerto della Piccola Bottega Baltazar che presenta alcuni brani dalla colonna sonora de La Prima Neve di Andrea Segre e del nuovo disco in uscita nei prossimi mesi.

 

Nei giorni di Festival trova spazio anche l’arte con la mostra Re del Tempo – che inaugura venerdì 22 maggio, all’interno del Museo delle Antiche Vie – parte del progetto “Teatro & Diversità” che Mirko Artuso conduce da quasi vent’anni per coinvolgere persone disabili di diverse età in attività di laboratorio teatrale e produzione di spettacoli. Saranno esposti una serie di disegni di Artuso e alcune delle lampade donate dall’azienda Modo Luce – prima sostenitrice dell’esposizione – e decorate da Artuso insieme ai ragazzi dei suoi laboratori.

 

Alla scoperta del Giappone

Una quattro giorni di incontri, workshop, mostre, eventi e mercato per scoprire il Giappone.

Dal 5 al 8 dicembre 2014

Imbarcaderi del Castello Estense – Largo Castello, 1

Un festival dedicato alla millenaria sapienza orientale che incrocia quella moderna ed attuale, che si rivolge a chi non ha ancora capito il Giappone, a chi crede di averlo già capito e a chi lo considera la sua “terra promessa”. D’altronde se il paese orientale affascina l’occidente con le sue tradizioni culinarie e culturali, non tutti possono dire di conoscere davvero il paese del Sol Levante.

Questa manifestazione vuole suggerire un percorso che racchiude in sé storia, arte, tradizione, tecnologia e innovazione.

Con un occhio di riguardo per la cucina giapponese, inserita nel patrimonio Unesco dei beni immateriali lo scorso dicembre, che spopola sempre di più a Ferrara come nel resto d’Italia. La gastronomia del Sol Levante è un’arte universalmente riconosciuta, rispetta i sapori originari del cibo e punta su alimenti rigorosamente di stagione, come sempre dovrebbe essere.

Durante la manifestazione, si terranno quindi dimostrazioni live per insegnare agli ospiti più curiosi a realizzare alcune prelibatezze della tradizione nipponica. Il clou della manifestazione, però, saranno sicuramente gli incontri letterari dato che il paese nipponico è famoso per la sua cultura fumettistica e in particolare per i manga, storie a fumetti giapponesi, che sono il pane quotidiano di Kappalab, casa di produzione multimediale e service editoriale specializzata nel mondo fumettistico del Giappone.

Orari

Venerdì 5 dicembre dalle ore 15.00 alle 19.30.
Sabato 6, domenica 7 e lunedì 8 dicembre dalle ore 10.00 alle 19.30.

Tariffe

Euro 3,00.

Feste paesane

 
– Alla caccia al tesoro in bicicletta possono partecipare anche bambini trattandosi di un percorso abbastanza breve e divertente.

– la “disfida dei sughi” dei sughi consiste nella realizzazione di ½ litro di mosto di vino di sughi da consegnarsi entro le ore 15.00 presso la sede della manifestazione.

Tutta l’iniziativa è gratuita compresa la maccheronata offerta dalla sagra della rana di S. Bianca.

Consigliati al Localfest

Lunedì 23 giugno a Bondeno

Viale Repubblica dalle ore 18.00
MERCATINO HOBBY, MESTIERI E ATTIVITA’ LOCALI
E ATTIVITÀ LOCALI


Viale Repubblica, tra i civici 31 e 33 ore 18.00/21.00
CALCIOBALILLA: PROVE LIBERE
Le prove libere si possono tenere anche presso il Mosquito Summer Cafè – via Pironi


Viale Repubblica ore 18.00
AREA “SEI DI LOCALFEST SE..” – DAI SOCIAL ALLA REALTA’
La reunion degli iscritti alle pagine Facebook “Sei di ..  se…” del territorio. Una serata per condividere tradizioni, immagini, ricette e ricordi che fanno la storia di un paese.


Viale Repubblica ore 18.00
AREA EDITORIA LOCALE


Pinacoteca Civica piazza Garibaldi, 9 ore 18.00
CONFERENZA* “LA CARTA ARCHEOLOGICA MEDIEVALE DEL CENTRO DI BONDENO”

Sito ufficiale : www.localfest.it

Incontri di gusto

ART & CIOCC A FINALE EMILIA
PROGRAMMA

PIAZZA GARIBALDI
Apertura degli stand dei cioccolatieri
Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 marzo dalle 9 alle 21

Venerdì 14 marzo
Dalle 9 alle 12 – scuola Primaria “E. Castelfranchi”
A lezione di cioccolato

Ore 17 – Piazza Garibaldi
Inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità

Ore 21 – Teatro Tenda
PAR NA QUERTA
Commedia dialettale con la Compagnia “Quelli del Mulino”

Sabato 15 marzo
Dalle 10 alle 17 – Piazza Garibaldi
Laboratorio di piazza

Dalle 15 alle 17.30
BOLLE D’ARIA – Compagnia Ruinart (Pontassieve)
Una sarabanda di sorprendenti giochi, giganteschi e leggeri: la bolla che cammina, gli spaghetti volanti, i serpenti da cavalcare e le bolle vaganti… Animazioni per grandi e piccini

Dall’alba al tramonto – Piazza Verdi
Mercatino dell’hobbismo e delle opere dell’ingegno

Ore 21 – Teatro Tenda
A lezione di cioccolato. Conferenza spettacolo

Domenica 16 marzo
Dalle 10 alle 17 – Piazza Garibaldi
Laboratorio di piazza

Dalle 10 alle 12
Presso la Sala Civica Ideattiva – Massa Finalese
A lezione di cioccolato

Dalle 15 alle 17.30
Marching band e arte di strada. Animazioni per grandi e piccini
INCONTRI DI GUSTO
Sabato 15 e Domenica 16 marzo dalle ore 18
apre le porte la temporary lounge di Casa Magagnoli

Degustazione guidata in due incontri distinti
a cura del Maestro Cioccolatiere Giuseppe Gagliardi
coadiuvato da un esperto degustatore della distilleria Bonaventura Maschio

Attimi di puro piacere in un percorso di sensazioni!

Sabato 15 ore 18
VINO&CIOCCOLATO

Retro’-Gutturnio aromatizzato alla china
Cantina Vicobarone

Recioto della Valpolicella classico
Cantina Aldegheri

Cioccolato “Cru” fondente 65% monorigine
Cioccolato “Cru” fondente 65% monorigine con frammenti di cacao grezzi tostati
Cioccolato “Cru” fondente 70% monorigine

Domenica 16 ore 18
VINO&RUM

Rum Botran Reserva Blanca-
invecchiato in alta quota- Guatemala

Rum Botran Extra Aneyo Solera Gran Reserva 1893 –
invecchiato in alta quota- Guatemala

Rum Cubaney Grand Reserva Solera 21 anni-
invecchiato in botti di rovere – Repubblica Dominicana

Cioccolato “Cru” fondente 65% monorigine
Cioccolato “Cru” fondente 65% monorigine con frammenti di cacao grezzi tostati
Cioccolato “Cru” fondente 70% monorigine

Quota di Iscrizione degustazioni: Euro 15
Prenotazione obbligatoria entro Venerdi 14 Marzo presso Casa
Magagnoli (Piazza Garibaldi 10) oppure chiamando il 0535.760046

Si ringraziano per la gentile collaborazione:
Mineralbirra s.r.l. – Compagnia dei Caraibi
Cantine Vicobarone, Cantina Aldegheri

EIRE, la festa dei suoni d'Irlanda

Dal 23 al 25 agosto, le migliori band si esibiranno in tutti gli angoli del centro, per la quarta edizione di “Eire, la festa dei suoni d’Irlanda”. L’unica che conta il prestigioso gemellaggio con il festival di Ennis, città della contea di Clare, dove andranno in seguito a suonare i migliori artisti arrivati a Bondeno. Con il palco centrale affidato a gruppi di prestigio internazionale, ed anche numerosi artisti provenienti da mezza Europa sulla scena. Un evento che si è legato nel tempo anche alle session trail, agli stage di danza (in tutte e tre le giornate della festa), alla gastronomia,  e ad un momento dedicato alla salute, in cui si illustreranno i benefici che hanno i ritmi irlandesi nel contrasto al morbo di Parkinson, con il dottor Volpe e, dulcis in fundo, l’unica data sul territorio nazionale dei “Dubliners”, la band per eccellenza che incarna l’Irlanda stessa e che tornano in Italia dopo 30 anni di assenza. «Quando nel 2010 si svolse la prima edizione, mai avrei pensato che questo evento potesse servire per fare conoscere la nostra città nel mondo, grazie alla musica irlandese – spiega il sindaco matildeo, Alan Fabbri –. Eppure, questo festival rappresenta di più di un momento di cultura e aggregazione, è la nostra finestra sul mondo e dobbiamo prendere coscienza che attraverso questa il mondo stesso ci guarda. Stringiamoci, quindi, con trasporto attorno agli artisti che arriveranno da tutta Europa per animare le nostre piazze, popolare i nostri alberghi e le strutture ricettive, dando loro tutto il calore della nostra città.» Tra le band che si esibiranno, venerdì 23, in piazza Garibaldi (ore 21), Aliendel (Irish Harp e Voice duet); Morrigan’s Wake (Irish Trad e Songs), ed appunto i Dubliners (allo stadio Pollastri, ore 20). Assieme ad una miriade di altre session di band emergenti e stage di ballo, che coloreranno le vie e le piazze della città del colore verde dell’Irlanda.

PROGRAMMA COMPLETO DELLA RASSEGNA