Violenze contro gli animali

Negli ultimi tempi sempre più numerosi sono i casi di violenza contro gli animali, una lunga scia di vittime innocenti della brutalità dell’uomo. I fatti di Sangineto, Parma, Salerno, Ferrara sono solo alcuni di questi, diventati emblematici grazie all’attenzione della stampa. Ma la lista è lunga, troppo lunga.
A Bondeno, in provincia di Ferrara, due dipendenti dell’impianto idrovoro, come fa sapere la LEAL, avrebbero rincorso un meticcio accudito da tempo all’interno dello stabilimento e l’avrebbero poi freddato a colpi di fucile. Non ci sono giustificazioni per il vile gesto né motivazioni.
I dati sono allarmanti: da gennaio 2016 negli Stati Uniti l’Fbi ha deciso di equiparare la violenza sugli animali a reati gravi come omicidio, incendio doloso, aggressione e traffico di droga.
È, infatti, risaputo che in numerosi casi la violenza sugli animali non è altro che l’anticamera della violenza contro le persone. La creazione di un database in cui sono inseriti coloro che hanno commesso reati a danno degli animali ha spesso aiutato gli organi investigativi ad identificare persone violente e assassini.
Come Parlamentari del Movimento 5 Stelle scriverermo ai vertici aziendali per sapere quali provvedimenti sono stati presi nei confronti dei due potenziali killer e, qualora non ne fossero stati presi, ci faremo portavoce della necessità di imporre percorsi rieducativi.
C’è bisogno di pene più severe e di maggiore attenzione a questi fatti, oltre che a percorsi rieducativi per far capire alle persone l’importanza degli animali e della biodiversità nel nostro paese.
Alla luce di quanto sta accadendo è, quindi, indispensabile che la proposta dei legge del Movimento 5 stelle che abbiamo presentato riguardante la revisione generale del panorama normativo sugli animali (che contiene anche norme contro il bracconaggio) domestici e selvatici sia approvata così da dare un segnale forte. La sensibilità degli italiani sta cambiando e la correlazione tra violenza contro gli animali e contro gli umani è ormai dimostrata.
BERNINI – FERRARESI (M5S): “SI LAVORI AFFINCHÉ SIANO INASPRITE LE PENE PER CHI COMMETTE REATI CONTRO GLI ANIMALI E SI RIEDUCHINO LE PERSONE”

Lezioni in teleconferenza

LA COSTITUZIONE TRA STORIA E TEORIA

La Sala Consiliare di Finale Emilia (presso il Municipio, piazza Verdi, 1) ospiterà in teleconferenza un ciclo di lezioni della Fondazione Collegio San Carlo che verranno trasmesse in diretta. I temi trattati ruotano intorno al diritto e alla Costituzione nel loro divenire storico.
Si parte
venerdì 1 ottobre ore 17.30 con Aldo Schiavone – Professore di Diritto romano presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze – che parlerà delle Origini della ragione giuridica moderna.

VENERDÌ 8 OTTOBRE ORE 17.30 Mauro Barberis – Professore di Filosofia del diritto dell’Università di Trieste – tratterà di Diritto oggettivo e diritti soggettivi nel costituzionalismo moderno.

VENERDÌ 22 OTTOBRE ore 17.30 Massimo Mori – Professore di Storia della filosofia dell’Università di Torino – affronterà La ragione e la forza – Sovranità e cosmopolitismo nella cultura illuministica.

MERCOLEDÌ 10 NOVEMBRE ore 17.30 Francesco Tuccari – Professore di Storia delle dottrine politiche dell’Università di Torino – parlerà di Ascesa e caduta dello Stato-nazione in Europa – Tra storia politica e storia culturale.

VENERDÌ 19 NOVEMBRE ore 17.30 Roberto Escobar – Professore di Filosofia politica dell’Università di Milano – interviene su Eccedenza del potere e libertà dello sguardo – Per un’antropologia dell’obbedienza.

VENERDÌ 26 NOVEMBRE ore 17.30 è la volta di Mauro Magatti – Professore di Sociologia dell’Università Cattolica di Milano – parlerà di Individui senza comunità – Finzioni di libertà nel capitalismo contemporaneo.

VENERDÌ 3 DICEMBRE ore17.30 interviene Giandomenico Amendola – Professore di Sociologia urbana dell’Università di Firenze – sul tema Le anime della città – Modelli e principi della metropoli postmoderna

L’INGRESSO alle teleconferenze è GRATUITO

Per informazioni: Fondazione Collegio San Carlo via San Carlo 5, Modena – tel. 059/421240 – fax 059/421260 – cc @fondazionesancarlo.it • www. fondazionesancarlo.it
Biblioteca Comunale di Finale Emilia: tel. 0535 788331 – biblio.
finale@cedoc.mo.it;