Oggi aperta

Eccezionalmente la si può visitare dalle 10 alle 18 in occasione delle Giornate d’autunno del FAI.

Casa Minerbi – Dal Sale

Gioiello del patrimonio storico ferrarese, Casa Minerbi – Dal Sale, da poco restaurata, è un complesso architettonico che si contraddistingue per l’affascinante dialogo fra antico e moderno, immediatamente percepibile negli ambienti interni dove si possono ammirare cicli pittorici trecenteschi collegati a spazialità contemporanee realizzate dal 1957 al 1963 dall’architetto milanese Piero Bottoni.
Casa Minerbi - Dal Sale
Il complesso è composto da un gruppo di corpi di fabbrica, collegati fra loro nel corso dei secoli, che nel Trecento appartenevano all’illustre famiglia Del Sale (o Dal Sale). L’isolato al cui interno sorge l’edificio, sia pure di origine altomedievale, si delineò nel corso del XIV secolo, anche grazie alla costruzione, per volontà di Alberto V d’Este, del vicino Palazzo Paradiso (1391), antica sede dell’Università, il cui ingresso principale si apriva un tempo su via Giuoco del Pallone. Lungo questa antichissima strada, dalla quale si accede anche a Casa Minerbi, gli studenti erano soliti giocare a palla, da qui il nome.
L’edificio in questione deve la sua fama soprattutto agli affreschi che nobilitano i due ambienti più prestigiosi dell’intero complesso e che si trovano nel fabbricato più interno (Casa Minerbi-Dal Sale); si tratta del Salone dei Vizi e delle Virtù e della Sala degli Stemmi, entrambi attribuiti al cosiddetto “Maestro di Casa Minerbi”, databili tra il 1360 ed il 1370. In particolare, gli affreschi dalla complessa simbologia dei vizi e delle virtù sono stati definiti, insieme a quelli del convento benedettino di Sant’Antonio in Polesine, come il nucleo più importante della pittura trecentesca ferrarese.
L’attuale denominazione della suggestiva dimora ha origine dopo il 1870, quando la famiglia Minerbi acquistò diverse proprietà con ingresso in via Giuoco del Pallone. Giuseppe Minerbi, colto e appassionato conoscitore d’arte, tra il 1953 ed il 1961 affrontò il restauro della propria abitazione e del salone affrescato. Il progetto complessivo per la realizzazione di tale intervento fu affidato a Piero Bottoni, noto architetto milanese, mentre il restauro dei celebri affreschi fu eseguito nel 1955 da Arturo Raffaldini ed Ottorino Nonfarmale, appena in tempo per evitare che i segni del degrado potessero cancellare per sempre un simile capolavoro.

 

È sede dell’Istituto di Studi Rinascimentali e del Centro di Studi Bassaniani, istituito dal Comune di Ferrara in seguito alle donazioni della professoressa Portia Anne Prebys che raccontano – grazie a più di cinquemila libri, documenti, oggetti d’arte e d’arredo – una parte significativa della vita e dell’opera dello scrittore ferrarese Giorgio Bassani.
Per Info: info@centrostudibassaniani.it; centrostudibassaniani@edu.comune.fe.it; 0532-760002/768208

Portia Prebys, Curatore – prebys@centrostudibassaniani.it
Gianni Venturi, Co-curatore – venturi@centrostudibassaniani.it

Giornate FAI a Ferrara

Giornate FAI di Primavera a Ferrara

25, 26 marzo 2017

Ferrara
Un appuntamento dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio artistico e naturalistico italiano.
Programma
– Monastero del Corpus Domini

Via Pergolato, 4
Orario sabato e domenica: 10 – 13 / 14 – 18
Contributo suggerito a partire da 3 €
In caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato.
Il Monastero del Corpus Domini fu fondato nel 1406 e ospitò per molti anni la mistica clarissa Santa Caterina Vegri. Ospita all’interno le tombe degli Estensi, qui trasferite da Santa Maria degli Angeli, non più esistente.
Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: I.T.G. “G. B. Aleotti”
– Palazzo Giulio d’Este
Via Ercole I d’Este, 16
Orario sabato e domenica: 10 – 13 / 14 – 18
Contributo suggerito a partire da 3 €
In caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato.
Il Palazzo Giulio d’Este, oggi sede della Prefettura di Ferrara, fu uno dei primi realizzati lungo l’asse principale dell’Addizione Erculea (via Ercole I d’Este). Prende il nome da Don Giulio d’Este, figlio naturale del duca Ercole I, che lo abitò prima di essere imprigionato per aver partecipato ad una congiura di palazzo.
Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: Liceo Scientifico “A. Roiti”
Visite anche in Inglese

Per informazioni:
Segreteria di Delegazione
Palazzo Santini-Sinz – Via Armari 18, 44121 – Ferrara
Orari di apertura: lunedì e mercoledì, ore 10.00 – 12.00; giovedì, ore 16.00 – 18.00
tel. 0532 241869
email: delegazionefai.ferrara@fondoambiente.it   ferrara@latognazza.net

Url dell’evento
http://www.giornatefai.it/luoghi

FAI a Ferrara

Un appuntamento dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio artistico e naturalistico italiano.

18, 19, 20 marzo 2016

Ferrara – Piazzale San Giorgio, 29 – Piazza del Municipio, 2

Nella XXIV Giornata FAI di Primavera a sostegno dell’arte e della natura italiane, visite guidata per chi non vuole perdere l’occasione di conoscere luoghi meravigliosi, nella maggior parte dei casi non accessibili al pubblico nei restanti giorni dell’anno.

Programma

– Chiesa di San Giorgio – Il Chiostro, la sacrestia, l’abside e molto altro – Piazzale San Giorgio, 29
Venerdì: 10.00-12.30 (ultimo ingresso)
Sabato 10.00-17.30 (ultimo ingresso)
Domenica 13.30-17.30 (ultimo ingresso)

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’IIS “G. B. Aleotti – D. Dossi”, indirizzo CAT.
Iniziative speciali:
Durante gli orari di apertura, musica di sottofondo: all’organo gli studenti del Maestro Francesco Tasini del Conservatorio “Girolamo Frescobaldi” di Ferrara; all’arpa e al flauto gli allievi della Associazione Culturale “Scuola di Musica MUSIJAM”.
Il Palazzo Ducale Estense con le Sale del Duca – Piazza del Municipio, 2
salendo dallo scalone monumentale di Piazza del Municipio sarà possibile visitare le splendide sale riservate al Sindaco e la sua Segreteria, la Sala Tonda di Giunta e attraverso la Sala dell’Albo Pretorio percorrendo la Via Coperta si uscirà nel cortile del Castello Estense.

Sabato e domenica: 10.00-12.30 (ultimo ingresso); 14.30-17.00(ultimo ingresso)

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Scientifico Statale “A. Roiti” – Corso dei Beni Culturali.

Tariffe

Ingresso a offerta libera