Musica per solidarietà

1° SETTEMBRE GARA DI SOLIDARIETÀ IN MUSICA

 

 

Si parte alle ore 18.00 di sabato 1 settembre nel Teatro Tenda (Via Allegro Grandi) con GUARDA LE STELLE

Ciao Piccolo Principe con il Gruppo Musicale Sulutumana

a cura della Piccola Orchestra Italiana. Ti regalo un piccolo principe:

“Ragazzi, noi vorremmo regalare un Piccolo Principe alle popolazioni colpite dal terremoto e vorremmo farlo con voi”. E’ con questa telefonata di Francesco dei Sulutumana che comincia la nuova avventura, dopo qualche lacrima di commozione per un po’ di cuore e umanità che, da qualche parte là fuori, ancora esiste. “Allora iniziamo subito a organizzare, chiamiamo i nostri amici di Finale, agli adempimenti burocratici e alle spese pensiamo noi” chiude la conversazione Enrico (Presidente di Piccola Orchestra Italiana). Gli amici di Finale Emilia, per i quali Musica in Castello si attiva ad ogni puntata della rassegna per sensibilizzare il pubblico a dare il proprio contributo, aprono le braccia tenaci e forti per accogliere questo magico regalo.

IL PICCOLO PRINCIPE di Giuseppe Adducci e i Sulutumana – con la collaborazione di Piccola Orchestra Italiana – 1 settembre 2012, Finale Emilia (MO) ore 18.00. Vi invitiamo a condividere con noi questa bella esperienza (Info: 380-3340574).

 

Altro appuntamento alle ore 19.30 nei Giardini Pubblici

esibizione della BANDA MUSICALE DI TORRI IN SABINA, un’antica formazione musicale che affonda le sue radici a metà del 1800 e che ha svolto una intensa attività musicale, trasformata in Filarmonica, interrotta unicamente nei periodi delle due guerre mondiali.

 

A cento giorni dal sisma, alle 21.00, sempre sabato 1 settembre in piazza Baccarini sotto la torre (ciò che ne resta), IMPROBANDA, laboratorio di improvvisazione e ricerca musicale della Casa del Popolo di Lodi presenta I FUOCHI DI LILLIPUT, dialogo tra musica e parole attorno a: suono / silenzio / piccolo / grande, piano / forte, pieno / vuoto, consonante / dissonante… Con Federico Bonifati, Alberto Braida, Anna Arioli, Ursula Riccardi, Eleonora Tedesco, Simone Majocchi, Andrea Bolzoni, Francesco Forzani, Daniele Frati, Roberto Malusardi.

Gli abitanti della zona, con la collaborazione de “I Fritlar” forniranno viveri e bevande… Ingresso ad offerta libera – il ricavato sarà destinato alla ricostruzione della Torre dei Modenesi.

 

 

Giornata della cultura ebraica

Il 2 settembre, giornata europea della cultura ebraica, Finale Emilia celebra questa ricorrenza con le visite guidate all’antico cimitero ebraico (in Vicolo Gozzi, 1) con quattro appuntamenti: alle 10.00, alle 11.00, alle 16.00 e alle 17.30. Le visite guidate al ghetto di faranno alle 11.30 e alle 16.00, con ritrovo in via Trento Trieste, angolo via Maurizi.
Il tradizionale pranzo con degustazione di piatti della tradizione ebraica è in programma per le ore 13.00 presso l’Osteria “La Fefa” (Info e prenotazioni: 0535.780202) in via Trento Trieste 9/c.
Per l’occasione sarà in vendita a prezzo speciale il libro Sigilli di eternità. Il cimitero ebraico di Finale Emilia, a cura di Maria Pia Balboni, Mauro Perani, Alessio Creatura e Giacomo Corazzol (Giuntina, 2011). Il ricavato della vendita sarà destinato al restauro e alla manutenzione del cimitero. “Bookcrossing, libri in viaggio” a cura della Biblioteca Comunale.
Info: Ufficio Cultura 0535.92031 – masina@comunefinale.net

Si conclude il Festival noir

FESTIVAL NOIR A FINALE EMILIA: ALTRI APPUNTAMENTI

VENERDI’ 28 OTTOBRE
Altri incontri e mostre nell’ambito del Festival Noir 2011 che si svolge a Finale Emilia fino al 31 ottobre. nella Sala espositiva di Palazzo Bortolazzi, alle ore 18.00 NUOVE VISIONI FINALESI DA DEMONIZZARE, inaugurazione della mostra di pittura con le opere di quattro poliedrici artisti finalesi: Carlo Ferraresi, che oltre alla pittura si dedica alla musica come tastierista del gruppo Dawn of Memories; Matteo Ferrarini; David Merighi, pure lui musicista, voce e piano dello storico gruppo dei Fragil Vida; Manuele Palazzi, pittore, giornalista e scrittore.

Ancora un appuntamento legato al Festival al Teatro Sociale alle ore 21.00: DR JEKYLL and MR HYDE in collaborazione con l’Associazione Teatro Michelangelo. Si tratta di un nuovo e coinvolgente Musical a cura della Compagnia delle MO.RE con un cast formato da 10 cantanti/attori e 6 ballerine. Versione musicale del famoso romanzo di Robert Louis Stevenson, lo spettacolo è ricco di colpi di scena, suspence e passione, che faranno riflettere sul bene e sul male che si nascondono nell’animo umano. Biglietteria del teatro dalle ore 18.00, tel. 0535. 91350.

Ad allietare la serata concorre anche il Bar Fly presso i Giardini Pubblici De Gasperi a Finale Emilia con un DOPOFESTIVAL – ZOMBIE HORROR PARTY, incontro ravvicinato per gli amanti del genere.

SABATO 29 OTTOBRE
Si torna al Castello con Incontri Neri e la partecipazione di Luca Marchesi, alle ore 15,30, con La trilogia delle streghe della Bassa (Leone Editore). Luca Marchesi vive a Medolla (MO); è laureato in lettere, ex libraio, ha lavorato come giornalista presso un’emittente televisiva locale, ha diretto periodici e portali Web. Collabora con quotidiani e riviste e cura l’ufficio stampa di diversi enti pubblici. Ha pubblicato alcuni racconti in antologie e riviste letterarie. Per Leone Editore ha scritto la Trilogia della Bassa: L’ultima notte di nebbia – Il mostro e le streghe della Bassa (2009); La maledizione della pioggia – Le sirene e le streghe della Bassa (2010) e La battaglia finale – I Tempestari e le streghe della Bassa.

Sotterranei del Castello delle Rocche, ore 17.30
MARCELLO SIMONI presenta Il mercante di libri maledetti
Marcello Simoni vive a Comacchio ed è laureato in Lettere; archeologo e ricercatore storico, svolge attualmente la professione di bibliotecario. Ha all’attivo diverse pubblicazioni di etruscologia, storia e agiografia. Il suo primo thriller medievale ha ottenuto numerose segnalazioni letterarie ed è stato pubblicato in Spagna. (Newcompton Editore).

Ristorante La Baia Via Cappuccini 72, Finale Emilia – dalle ore 20.00
ASPETTANDO HALLOWEEN: Cena horror – sempre per gli amanti del genere – a lume di candela con la partecipazione di macabri ospiti. Prenotazioni 0535/92781.

NOTTE NERA Sotterranei del Castello delle Rocche, ore 21.30
LA LETTERATURA E IL MALE Come e perché da millenni ci interroghiamo sul male nel mondo. Con esempi dalla letteratura di tutti i tempi. Reading letterario con RAUL MONTANARI, autore di diversi romanzi (La perfezione, Sei tu l’assassino, Dio ti sta sognando, Che cosa hai fatto, Il buio divora la strada, Chiudi gli occhi, La verità bugiarda, L’esistenza di Dio, La prima notte, Strane cose, domani e l’Esordiente) ed è considerato il capostipite del genere post-noir. Con Aldo Nove e Tiziano Scarpa ha scritto Nelle galassie oggi come oggi, insolito bestseller nel campo della poesia. Molti suoi racconti e articoli sono usciti in antologie e riviste. Autore di sceneggiature e opere teatrali, ha pubblicato traduzioni dalle lingue classiche e moderne. Insegna scrittura creativa a Milano.

CHI HA PAURA DELL’UOMO NERO? Dalle ore 23.00
Un’ esperienza da brivido per persone coraggiose. Evento adatto a persone che vogliono vivere un’esperienza unica al confine tra finzione e realtà. Trovarsi faccia a faccia con i personaggi che hanno fatto la storia della cinematografia horror… un’avventura adrenalinica e piena di colpi di scena. Il pagliaccio IT, Ieatherface, Jack lo squartatore e Nightmare sono ansiosi di fare la vostra conoscenza. L’evento si articola in 2 momenti fondamentali. I partecipanti vengono divisi in gruppi, affidati ad una guida e catapultati nel mondo horror. Successivamente il loro obiettivo sarà trovare la via di fuga dalla persecuzione dei terribili personaggi; non saranno soli ma dovranno riuscire a salvarsi.
A cura della Compagnia San Giorgio e il Drago (MI) in collaborazione con associazioni culturali locali. Info e iscrizioni: 0535788179 348 2480843. Luogo d i ritrovo ex Scuola Materna via Oberdan.

 

Giornata della cultura ebraica

Finale Emilia
Finale Emilia

GIORNATA EUROPEA DELLA CULTURA EBRAICA A FINALE EMILIA

DOMENICA 5 SETTEMBRE 2010: “ARTE ED EBRAISMO”

Tra le iniziative previste dal Comune di Finale Emilia in occasione della prossima Giornata Europea della Cultura Ebraica – visite guidate a luoghi della città e degustazioni di piatti tipici della tradizione ebraica – segnaliamo la conferenza con Anna Foa, docente presso l’Università “La Sapienza” di Roma, che si svolgerà Domenica 5 settembre alle ore 17.30 presso il giardino di Villa Finetti (via Trento Trieste). Brunetto Salvarani, saggista e scrittore da lungo tempo impegnato nel dialogo ecumenico e interreligioso, dialogherà con Anna Foa sul tema: Diaspora e diaspore: creatività e storia degli Ebrei d’Europa.

La conversazione prende spunto da una recente pubblicazione di Anna Foa per l’editore Laterza, Diaspora. Storia degli ebrei nel Novecento: “un appassionante excursus che parte dall’ultimo ventennio del XIX secolo e accompagna l’esperienza ebraica fino ai tempi più recenti. Malgrado le impervietà di una storia sparsa ai quattro angoli del mondo, che sfugge a ogni possibile canone interpretativo nel suo altalenare fra integrazione e isolamento, il libro ha un andamento straordinariamente coerente. Non si perde mai il filo di questa storia, anche quando essa spazia con velocità fulminea dallo shtetl russo alla fattoria in Palestina, da Freud a rav Kook. Addentrandosi nelle grandi questioni ebraiche del Novecento, il lettore coglie attraverso l’indagine storica il capovolgimento di senso che la parola ‘diaspora’ subisce. Dice la Foa nella prefazione: “Ciò che cambia, in realtà, non è la valenza simbolica in sé, che ha sempre gravato sugli ebrei dalla nascita del cristianesimo in poi, ma il fatto che essa sia ora divenuta un’espressione autonoma del mondo ebraico, una forma di autorappresentazione in positivo…” Il mondo ebraico del ‘900, tanto in diaspora quanto al suo ritorno in terra d’Israele, è caratterizzato da una straordinaria ‘creatività e attività’. L’incontro con l’emancipazione, il confronto finalmente libero e aperto con il mondo ‘altro’, innesca per il popolo ebraico una straordinaria stagione di fertilità storica e intellettuale. Insieme alla propria valenza simbolica, i figli d’Israele prendono in mano il proprio destino, rimasto per millenni ostaggio della storia altrui. Questa è la grande rivoluzione dell’esperienza ebraica nel ‘900, che passa per la psicoanalisi e il sionismo, la filosofia e la musica” (tratto da: Elena Loewenthal, Auschwitz è il tormento di tutti, “TuttoLibri”, “La Stampa”, 24/01/’09)

Anna Foa insegna Storia moderna all’Università di Roma La Sapienza. Si è occupata di storia della cultura nella prima età moderna, di storia della mentalità, di storia degli ebrei. Tra le sue pubblicazioni: Ateismo e magia (Edizioni dell’Ateneo, 1980); Giordano Bruno (il mulino 1998); Ebrei in Europa dalla Peste Nera all’Emancipazione, (Laterza, 1992); Eretici. Storie di streghe, ebrei e convertiti (il mulino 2004).

In collaborazione con Anna Bravo e Lucetta Scaraffia ha pubblicato i tre volumi I nuovi fili della memoria. Uomini e donne nella storia (Laterza 2003.)

Nel 2009 pubblica Diaspora. Storia degli ebrei nel Novecento, edito da Laterza.

Brunetto Salvarani, teologo e scrittore, da lungo tempo si occupa di dialogo ecumenico e interreligioso. Dirige la rivista CEM Mondialità. Saggista, scrittore e giornalista pubblicista, collabora con parecchie testate e stabilmente con Settimana occupandosi in particolare della pagina della cultura. È stato tra i fondatori del Tribunale per i diritti del malato ed è membro dell’ATI (Associazione Teologi Italiani), il principale raggruppamento dei teologi del nostro Paese. Fra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo Educare al pluralismo religioso (EMI 2006), Renzo Fabris. Una vita per il dialogo cristiano-ebraico, (EMI 2009) e Il muro di vetro. L’Italia delle religioni, primo rapporto 2009 (EMI 2009, in collaborazione con Paolo Naso).

Stelle cadenti

Finale Emilia
Finale Emilia

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.
Ritornava una rondine al tetto:
l’uccisero: cadde tra i spini;
ella aveva nel becco un insetto:
la cena dei suoi rondinini.Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell’ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.

Anche un uomo tornava al suo nido:
l’uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono.

Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.

E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d’un pianto di stelle lo inondi
quest’atomo opaco del Male!

http://skuola.tiscali.it/appunti-italiano/giovanni-pascoli/parafrasixagosto.html

Biciclette in mostra

LA BICICLETTA: PEZZI DA MUSEI IN MOSTRA

Nella Chiesa dell’Annunziata LA BICICLETTA IN MOSTRA dal 25 marzo all’11 aprile a cura del CARC e dell’Assessorato alla Cultura. Si tratta di Fotoimmagini elaborate da Giorgio Boschetti e di pezzi da museo – biciclette degli antichi mestieri, persino quella dei pompieri, del medico, dell’arrotino, del sacerdote, del lattaio – che appartengono alla preziosa e rara collezione di Bruno Ferrari che gentilmente l’ha messa a disposizione.

Inaugurazione giovedì 25 marzo alle ore 17.00. Orario di visita ad ingresso gratuito: mercoledì dalle 10.00 alle 12.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Sono previste visite guidate per gruppi e scolaresche. Info: 0535.90956.

LETTURE DA MORANTE BRANCATI CALVINO E PONTIGGIA

Ultimo appuntamento delle serate dedicate a frammenti di discorsi amorosi: IL CIELO IN UNA STANZA organizzate dalla Biblioteca Comunale e dal Carc: un ciclo di incontri letterari – I sentieri della lettura – che si svolgono presso l’ex Monastero di Santa Chiara (in via Leonardo da Vinci). Venerdì 26 marzo alle ore 20,45, commenti e letture tratte da pagine di Morante, Brancati, Calvino e Pontiggia. La critica letteraria è affidata ad Alessandra Mantovani, mentre la lettura espressiva è a cura di Simone Maretti. Ingresso gratuito. Info: Biblioteca Comunale tel. 0535.788331 / 91007; CARC Tel. 0535. 90956.

INAUGURA LA PISTA DI MOUNTAIN BIKE

È uno sport molto praticato a Finale, quello della Mountain Bike (MTB), tanto che nel tempo è stata realizzata una pista nel parco fluviale del Panaro che VERRÀ INAUGURATA SABATO 27 MARZO alle ore 15.00 in via San Lorenzo (in fondo al Viale del Cimitero). Promossa dal Comune, in collaborazione con la Polivalente Futura, Baiker Mais, U.C. Finalese, l’AMI (Associazione Mountain Bike e Scuola Nazionale MTB). La pista, che si estende per 5 km con diversi livelli di difficoltà e che viene ripristinata ogni volta che si verifica la piena del Panaro, è divenuto un ritrovo autogestito aperto a tutti per conoscere e provare in compagnia il nuovo percorso e campo-scuola MTB. Il Campo Scuola è seguito da maestri e accompagnatori di MTB dell’Associazione Baiker Mais. Si consiglia l’uso del casco. Info: Marco 349.4205836; e-mail: salepepe61@ alice.it

DUE BARBIERI” A TEATRO

Continua il successo della stagione amatoriale al Teatro Sociale TERRA DI TEATRO: sabato 27 marzo alle ore 21.00 va in scena DUE BARBIERI allestito da Il Teatrino di Renazzo, commedia in tre atti di Eduardo Scarpetta, con l’adattamento e la traduzione in dialetto renazzese a cura del regista Pierpaolo Gallerani. Le bugie, si sa, hanno le gambe corte. Ne sa qualcosa Felice, che per esigenze amorose si spaccia per un impiegato delle ferrovie, rubando l’identità a Michele, che realmente vi lavora. Visioni mistiche, tic nervosi, problemi oculistici sono solo alcune delle problematiche che si susseguono ma, come sempre,,, la storia è ricca di sorprese. Info e biglietti: URP, tel. 0535.788333; in Teatro due ore prima dello spettacolo tel. 0535.91350.